Una delle novità che Apple dovrebbe introdurre all’interno di iOS 9, nuova versione del sistema operativo destinata ai dispositivi mobili, sarà “Proactive”. Si tratterà di un potenziamento della funzione di ricerca Spotlight che unirà al suo interno funzioni come Siri, rubrica telefonica, calendario, Passbook, mappe e applicazioni di terze parti. Proactive dovrebbe funzionare in maniera del tutto analoga a Google Now, disponibile ormai da tempo sui dispositivi Android. Raccoglierà informazioni sulle abitudini, sugli spostamenti e i gusti del proprietario, e gli fornirà una serie di informazioni dettagliate in tempo reale.

Spotlight su iOS
Spotlight su iOS

In base agli ultimi rumors, Proactive andrà a prendere il posto di Spotlight. Apple avrebbe inoltre deciso di fare un passo indietro (tornando alla impostazione che c’era fino ad iOS 6), spostando la nuova funzione a sinistra della schermata Home. In base ad alcune analisi effettuate dall’azienda di Cupertino, infatti, Spotlight non è stato usato frequentemente dagli utenti a causa della sua posizione piuttosto nascosta, priva di indicazioni esplicite per richiamarlo.

La schermata dedicata a Proactive sarà caratterizzata da una barra di ricerca dalla quale gli utenti avranno la possibilità di avviare applicazioni, effettuare ricerche, visualizzare notizie, trovare tracce audio e molto altro. Appena sotto la barra di ricerca, la nuova interfaccia sarà caratterizzata da tre elementi principali: applicazioni, contatti e mappe. Secondo alcune fonti, inoltre, Apple sarebbe intenzionata fin da subito ad estendere le potenzialità di Proactive alle applicazioni di terze parti.

Per tutti i dettagli non ci resta che attendere la prossima Worldwide Developers Conference (WWDC), in programma il prossimo 8 giugno 2015 a San Francisco.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum