Sony ha appena depositato un nuovo brevetto che mostra una funzionalità inedita di cui potrebbe (usiamo sempre il condizionale quando parliamo di brevetti) avere la PlayStation 5. Stiamo parlando della possibilità di avere un’app separata per il feed dei contenuti, news, articoli ed altro, simile a quanto abbiamo su Google o Facebook.

PlayStation 5: il brevetto mostra un feed stand-alone

Secondo il nuovo brevetto scoperto da TGP, le notizie sui giochi (guide, notizie), verranno estratte da Internet in base alla cronologia delle ricerche dell’utente e alle keyword preferite. Stando a quanto si apprende, il software fornirà quindi consigli mirati circa il feed di notizie e contenuti all’interno.

Le informazioni su un’interazione di un utente con un titolo di contenuto interattivo e una pluralità di titoli di contenuto interattivo possono essere archiviate in memoria”, rivela il brevetto.

I media archiviati nel database potranno essere poi filtrati in base alle parole chiave identificate e visualizzati in un feed multimediale, condiviso con qualsiasi device dell’utente. Inoltre tali contenuti potranno essere aggiornati in base alle informazioni trapelate online.

Mettiamo caso che si cerchino nuove informazioni su Cyberpunk 2077, ad esempio; il sistema riconoscerà automaticamente i contenuti e li proporrà ad hoc per il giocatore che ne ha fatto precedentemente ricerca.

Il meccanismo è più facile da osservare che da spiegare, ma in poche parole, il brevetto menziona che la funzionalità potrebbe arrivare come un’app stand-alone separata dal media-center per i giochi all’interno dell’interfaccia PlayStation (ancora sconosciuta, tra l’altro). Ciò aiuterà i players sulle console (e in generale) ad ottenere tutti i dettagli e le curiosità di cui hanno bisogno contestualmente al mondo dei videogiochi… in un’unica app.

Infine, segnaliamo che tale feature potrà essere implementata in un’app che potrà essere azionabile da una varietà di dispositivi di cui può disporre l’utente finale (esempio? Un sistema home domestico Sony, un PC, un prodotto gaming portatile, un home entertainment di un altro produttore e via dicendo). Che si aprano le porte delle funzionalità della PS5… al mondo esterno?

Fonte:PatentScope