La presentazione ufficiale del nuovo smartphone della serie OPPO Reno è attesa per il prossimo mercoledì 10 aprile. Intanto, in attesa della conferenza di lancio del prodotto, continuano a rincorrersi in rete rumors su dettagli e caratteristiche, più o meno confermati dall’azienda. La curiosità degli appassionati è alimentata dal fatto che si tratta dei primi dispositivi di questa linea in cui il brand, secondo le premesse, dovrebbe portare il meglio delle proprie innovazioni tecnologiche.

OPPO Reno: il comparto fotografico

Secondo i rumors più accreditati, il top di gamma dovrebbe essere dotato di una delle fotocamere più potenti tra quelle attualmente presenti sugli attuali smartphone, grazie alla presenza ella tecnologia con zoom ottico ibrido 10x di Oppo, del sensore Sony IMX586 48MP CMOS e della stabilizzazione ottica dual-OIS.

Il sensore fotografico di OPPO Reno promette inoltre di sorprendere anche in situazioni estreme, di scarsa luminosità, con scatti notturni di qualità superiore. In merito, sul social network cinese Weibo sono apparse in rete alcune immagini leak proprio di foto notturne che sarebbero state scattate con il nuovo device OPPO. Si tratta dei primi campioni fotografici di questo telefono, pubblicati dal noto blogger digitale Feng Weiwen, che confermerebbero la presenza del supporto per la modalità esposizione lunga e notturna. Le immagini mostrate, se reali, ovvero non oggetto di sapienti ritocchi, appaiono effettivamente caratterizzate da un’estrema purezza e chiarezza.

Si tratta di ottimi risultati che in fondo non sorprendono neanche troppo pensando a quanto è riuscita a fare in passato OPPO, che da sempre presta particolare attenzione al comparto fotografico dei propri telefoni. Si pensi all’OPPO R17 con cui la società ha portato le foto notturne ad un livello successivo con il supporto alle scene notturne e all’apertura variabile. Come questa nuova serie e una nuova ammiraglia, OPPO Reno promette di fare ulteriori progressi nelle riprese notturne, aggiungendo ulteriore attesa alla conferenza del prossimo 10 aprile.

Fonte: Gizchina.com