OnePlus ha sempre fatto affidamento sui chip Qualcomm per i suoi smartphone sin dal primo flagship. Nella primavera di quest'anno, si vociferava che la società avrebbe cambiato le tradizioni installando i processori di casa MediaTek. Finora ciò non è avvenuto, ma ora si parla di nuovo della volontà di OnePlus di rilasciare uno smartphone con chip realizzati dall'azienda taiwanese.

OnePlus Nord 2 sarà un flagship killer?

Le informazioni sul nuovo dispositivo sono state condivise da una fonte abbastanza autorevole, ovvero Digital Chat Station. Secondo l'insider, OnePlus sta preparando uno smartphone basato su Dimensity 1200. E questi sono tutti i dettagli che ha condiviso sul dispositivo. Si presume che il proprietario di Dimensity 1200 possa diventare ufficiale come OnePlus Nord 2.

Ricordiamo che OnePlus Nord ha ricevuto il chipset Snapdragon 765G e, di fatto, il SoC Dimensity 1200 nel successore può essere considerato un tangibile passo avanti. Si tratta di una soluzione a otto core che consente di equipaggiare gli smartphone con display con una frequenza di aggiornamento fino a 168 Hz e singole telecamere aventi risoluzione fino a 200 megapixel. L'elaborazione grafica è fornita dal sottosistema grafico Mali-G77 MP9.

L'anno scorso, OnePlus ha deciso di affrontare il segmento di fascia media e ha lanciato la serie Nord. Successivamente, dopo Nord 5G, abbiamo visto Nord N10 e Nord N100. Secondo alcune indiscrezioni, quest'anno l'azienda rilascerà anche il Nord CE all'interno di questa line-up.

Le vendite di OnePlus stanno andando bene. Secondo Counterpoint Research, la società ha registrato una forte crescita in India nell'ultimo trimestre. Di recente, l'OEM cinese ha condiviso statistiche ufficiali relative alla sua attività in Europa ed è – senza esagerare – scioccante.

Le vendite nell'Unione Europea sarebbero cresciute del 388% nei primi tre mesi del 2021; stiamo parlando di un valore 5 volte rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Allo stesso tempo, i ricavi delle vendite europee sono aumentati del 286%, grazie in gran parte alla popolarità dei dispositivi di punta dell'azienda. Secondo i dati pubblicati, gli smartphone senior hanno rappresentato il 65% delle entrate totali dell'UE della società nel primo trimestre del 2021. Il resto delle entrate proveniva da accessori e telefoni di fascia media della serie Nord.

Nonostante il fatto che praticamente tutti i produttori di telefonia stiano affrontando carenze di chip, OnePlus è fiducioso nelle sue spedizioni europee e non si aspetta che diminuiscano. La compagnia afferma di avere un rapporto insolito con i partner di produzione che consente all'azienda di fare previsioni abbastanza accurate sulle spedizioni dei suoi prodotti.

Fonte:Android Authority