OnePlus 6T sarà ufficiale fra un ventina di giorni, la data di presentazione ufficiale è prevista verosimilmente per il prossimo 17 ottobre. Intanto sul Web non mancano leak di ogni genere. Gli ultimi includono una serie di render del device ed importanti informazioni sulla batteria.

Finalmente, una manciata di mAh in più

La batteria di OnePlus 6 è da 3300 mAh, lo stesso identico amperaggio di OP5 ed OP5T. Finalmente, con OnePlus 6T le cose dovrebbero cambiare. Una foto trapelata in rete mostra una batteria da ben 3750 mAh, che sarà – molto probabilmente – quella a bordo del device.

Dunque 450 mAh in più che dovrebbero consentire una migliore autonomia energetica. Quanto al sistema di ricarica, sembra abbastanza ovvio che la tecnologia Dash Charge accompagnerà anche questo device.

Nuovi render da diverse angolazioni

Oltre alle informazioni sulla batteria, nelle ultime ore sono trapelati anche nuovi render del device, che permettono di avere un’idea completa del device, sotto diversi punti di vista.

Le immagini confermano essenzialmente quanto già noto, a partire dal comparto fotografico principale. Ormai sembra completamente abbandonata la possibilità che fosse composto da tre sensori. Dovrebbero essere solamente due.

Non c’è traccia di lettore d’impronte digitali standard, questo implica che – molto probabilmente – la tecnologia di verifica tramite impronta sarà posizionata sotto il display.

Per il resto, confermato anche il notch “a goccia” ed un back panel ultra lucido come quello di OnePlus 6.

L’ufficialità

Ad oggi, non ci sono conferme ufficiali da parte di OnePlus a riguardo della presentazione del nuovo device. Tuttavia, diverse indiscrezioni indicano il 17 ottobre come la data prevista per l’evento.

Inoltre, qualche giorno fa è trapelato l’invito da parte di OnePlus ad un evento in India, che molto probabilmente permetterà di seguire in streaming la presentazione del device.

Dunque, anche OnePlus 6T arriverà nel mese più caldo dell’anno in tema di ufficializzazione di smartphone. Dovrà contendersi il pubblico insieme ad LG, Huawei, Google, Nokia e probabilmente anche Razer.