Nokia ha annunciato che il suo nuovo cellulare UMTS 6650 ha superato tutti i test specifici sia delle autorità preposte dell’Unione Europea, sia di quelle nipponiche. Il telefono, infatti, funzionando sulle reti basate sul WCDMA, potrà essere utilizzato sia in Europa, sia in Giappone. La casa finlandese ha quindi dichiarato che inizierà la distribuzione dei primi esemplari in prova ai vari operatori 3G per l’ottimizzazione delle reti e per i vari test di interoperabilità sul campo. Il lancio commerciale resta previsto per i primi mesi del 2003.


Nokia 6650

‘La distribuzione del 6650 agli operatori è un altro passo fondamentale verso il procedimento di maturazione che sia Nokia che le altre aziende del settore stanno portando avanti per lo sviluppo delle reti 3G basate sul WCDMA. Il 6650 non solo equivale, ma addirittura aumenta le doti di funzionalità degli attuali cellulari GSM e GPRS – ha affermato Yrjö Neuvo, Chief Technology Officer di Nokia Mobile Phones – il WCDMA contribuirà a formare un sistema mobile ad alta velocità e grande efficienza, che sarà un ottimo complemento all’incremento delle performance dell’esistente rete GSM’.

Saranno ben 34 i paesi ove verranno adottati sistemi 3G basati sull’UMTS. La velocità di trasferimento dati possibile con il 6650 sarà di 128 Kbps, ma Nokia ha affermato di aver testato con successo il 6650 fino ad una velocità di 384 Kbps, che poi è il massimo finora supportato dall’unica rete WCDMA commerciale esistente al mondo, quella FOMA di NTT DoCoMo.