Nokia 7.1 Plus ha ricevuto in Cina la certificazione che gli permetterà di essere messo in commercio. Ovvero, è stato approvato da TENAA. L’organismo certificatore è fonte, come al solito, di molte informazioni attendibili a riguardo dei device non ancora ufficiali. Il prossimo medio di gamma di Nokia non fa eccezione.

Il design

I materiali utilizzati per il mid-range dovrebbero essere principalmente metallo e vetro. Sul posteriore, si posizionerebbero il doppio sensore per la fotocamera principale con il flash LED e – subito sotto – il lettore d’impronte digitali. Sul frontale invece ci sarebbe il display, corredato di notch, e bordi sottili, ma non assenti.

Lo smartphone, i cui laterali sarebbero totalmente in metallo, non ha l’aria di essere particolarmente sottile. I colori di vendita dovrebbero essere tre: argento, blu ed anche rosso.

La scheda tecnica

Quanto ai dettagli tecnici, a bordo del device dovrebbe esserci l’interessante SoC mid-range Qualcomm Snapdragon 710 – votato all’intelligenza artificiale – supportato da 4/6GB di memoria RAM e 64/128GB di storage interno. La batteria da 3400 mAh sarebbe abilitata alla ricarica rapida.

Il display dovrebbe essere un pannello da 6,18″ con risoluzione Full HD+ e rapporto di aspetto di almeno 19:9 considerando la presenza del notch.

Il comparto fotografico principale sarebbe affidato ad un doppio sensore da 12+13MP mentre l’unica camera dedicata ai selfie offrirebbe come massima risoluzione 20MP.

Non dovrebbe mancare la presenza di uno slot doppio per il supporto al dual SIM dual stand-by.

Ci si aspetta che, sul mercato globale, Nokia 7.1 Plus arrivi all’interno del programma Android One e con a bordo Android Oreo 8.1. Ovviamente, la speranza è di vederlo aggiornato all’ultima versione dell’OS del robottino verde quanto prima, considerando che Android Pie 9.0 è già in roll out su Nokia 7 Plus.

L’ufficialità

La presentazione ufficiale del nuovo mid-range di HMD Global è prevista per il prossimo 4 ottobre a livello internazionale. Lo smartphone dovrebbe arrivare su molti mercati, incluso il nostro.

La presenza di Qualcomm Snapdragon 710 e l’inclusione all’interno del programma Android One sono certamente due punti molto importanti a favore del medio di gamma.