Netflix si sta preparando ad introdurre ufficialmente la possibilità per gli utenti di controllare la velocità di riproduzione di programmi TV e film, considerato che non è mai stata implementata del tutto. La società ha confermato che gli utenti Android sono tra i primi a poter aver accesso alle nuove funzionalità.

Netflix aggiunge un’importante opzione

Netflix ha infatti confermato che i controlli della velocità di riproduzione stanno arrivando sulla piattaforma con il lancio che partirà su Android. La nuova funzionalità è stata lanciata già all’inizio della scorsa settimana, anche se al momento non risulta funzionante. Il lancio ufficiale dovrebbe proprio iniziare in queste ore e la disponibilità a livello globale dovrebbe essere prevista nelle prossime settimane.

Attraverso i controlli di riproduzione, gli utenti Netflix saranno in grado di regolare i contenuti a velocità 0,5x, 0,75x, 1,25x e 1,5x. Questi controlli non rimarranno attivi tra le sessioni, ma dovranno invece essere attivati ​​manualmente ogni volta che viene riprodotto un nuovo programma TV o un film. In una dichiarazione, Netflix ha spiegato che ha creato questa funzione a stretto contatto con i creators, limitando il numero di velocità e ripristinando anche la selezione su ogni sessione di visualizzazione.

Netflix, basandosi sui consigli dei produttori, ha deciso di limitare la gamma delle velocità di riproduzione a disposizione e viene richiesto ai membri di variare la velocità ogni volta che guardano un nuovo contenuto, anziché pre-impostate in automatico, tra le loro impostazioni, l’ultima velocità che si è deciso di usare.

L’Associazione Nazionale dei Sordi e la Federazione Nazionale dei cechi hanno voluto entrambe lodare Netflix per aver aggiunto questa opzione, poiché il contenuto rallentato, arricchito dai sottotitoli corrispondenti, può risultare più facile da seguire per i non udenti, mentre i non vedenti possono comprendere il dialogo con un ritmo più veloce rispetto a a coloro che sono dotati della vista.

La società ha affermato che raccoglierà dei feedback su questa funzione dagli abbonati e dalla comunità creativa, ma al momento, i test per la funzione sull’app per iPhone / iPad e sul web sono stati rinviati ad un prossimo futuro.

Fonte:9tp5google.com