Secondo una ricerca commissionata da Skype a Redshift Research, emerge che il 64% degli europei e il 71% degli italiani lavorerà tra Natale e Capodanno, e il 45% lo farà volontariamente. Il lavoro non pregiudicherà però tempo e attenzioni  da dedicare a familiari e amici, secondo il 58% degli italiani e il 54 % degli europei, grazie anche alle nuove tecnologie.

Ma come fanno gli irriducibili del lavoro a rimanere in contatto con i familiari e con la propria cerchia di amici durante la pausa natalizia? La maggior parte utilizza messaggi, telefono e e-mail: più del 70% degli intervistati (il 75% se consideriamo solo l’Italia) preferisce non abbandonare il telefono, e segue a ruota il 42% (il 48% in Italia) che utilizzerà rapidi SMS. In Italia il 14% utilizzerà Skype (il 13% considerando il totale degli intervistati europei), per videochiamate (52%), chiamate vocali (49%) e chat (50%).
Il 42% degli intervistati italiani dichiara di utilizzare Skype e di questi l’86% lo utilizzerà durante le feste per contattare amici e parenti, anzi il 68% ritiene che proprio a Natale lo userà più del solito.

“Siamo lieti che Skype permetta agli utenti di tutto il mondo di restare in contatto con parenti e amici durante le vacanze natalizie”, ha spiegato Jonathan Watson, EMEA Marketing Manager di Skype. “In questi momenti essere lontani dai propri cari può risultare difficile, soprattutto quando si è al lavoro mentre tutti gli altri sono alle prese con i festeggiamenti. Grazie ai servizi gratuiti per telefonare, videochiamare e scambiarsi istant messaging oltre che per telefonare verso reti fisse e mobili, ci auguriamo che Skype dia a chiunque, ovunque, la possibilità di vivere al meglio le Feste di Natale”.

La ricerca è stata condotta nel mese di novembre 2009 e ha coinvolto 7.017 individui di Francia, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito, Russia, Spagna e Turchia.