È di questi giorni la notizia della nascita a
Londra del primo mercato in cui sarà negoziata la connettività
offerta dai principali sistemi di telecomunicazione satellitare. La London
Satellite Exchange
inizialmente darà lavoro a 13 addetti, sei dei
quali esperti conoscitori delle logiche di mercato.

Tramite questa nuova iniziativa le società
di telecomunicazioni avranno la possibilità di vendere la propria capacità
di trasmettere dati sulle reti satellitari ad altre aziende, che avranno così
la possibilità di ottenere ad un prezzo migliore la connettività
necessaria a sviluppare i propri progetti.

Le trasmissioni televisive attualmente occupano
gran parte delle capacità di trasmissione dei sistemi satellitari, il
traffico che deriva dai servizi Internet aumenta tuttavia del 40 per cento ogni
anno.

David Sandham, un portavoce della London Satellite
Exchange, ha dichiarato che tutto è nato con l’aumento delle richieste
da parte delle grosse multinazionali e dei provider Internet, sempre alla ricerca
di prezzi concorrenziali per questo genere di connettività.

La London Satellite Exchange ha concluso inoltre
un accordo con la RateXchange, un’azienda che opera nel settore della trasmissione
dati su fibra ottica, in modo da poter offrire alla propria clientela anche
questa connettività, in un mercato globale che si pensa valga oltre 10
miliardi di dollari all’anno.