L’impegno profuso da Samsung nel disegnare e produrre il nuovo Galaxy S6 è evidente prendendo in mano il dispositivo: leggero, compatto, rapido, bello e curato. La svolta impressa nel design con il Galaxy Alpha trova consacrazione in questo nuovo prodotto-ammiraglia, che mette assieme molte delle tecnologie sviluppate in casa Samsung per offrire un prodotto che sarà davvero difficile scalzare dal gradino più alto del podio anche da parte di rodati concorrenti.

 

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Galaxy S6 e S6 Edge hanno molto in comune. A cominciare dal processore octa-core (4×2,1GHz + 4×1,5GHz) Exynos prodotto dalla stessa Samsung: un prodotto allo stato dell'arte, FinFET a 14nm, 64bit, non lascia niente al caso; passando per i 3GB di RAM LPDRR4 (altro prodotto Samsung) e poi le fotocamere. Posteriore da 16 megapixel con flash LED e lente luminosa da f/1.9: con stabilizzazione ottica e un nuovo meccanismo di messa a fuoco continuo che dovrebbe garantire ottimi risultati. Anteriore da 5 megapixel e lente f/1.9 anch'essa. Le dotazioni sono da primo della classe: WiFi dual-band e dual-antenna (a/b/g/n/ac), Bluetooth 4.1, NFC, emettitore a infrarossi, accelerometro, giroscopio, magnetometro, barometro, lettore di impronte e sensori di luminosità e prossimità. Non manca neppure il lettore posteriore per il battito cardiaco, come quello del Galaxy S5. Lo schermo, per entrambi, è un 5,1 pollici superAMOLED con una luminosità di oltre 600 lumen e una risoluzione 2K che equivale a una densità di 577ppi.

Le differenze essenziali tra i due prodotti sono un paio: innanzi tutto l'Edge ha uno schermo curvo su due lati, uno in più del Note Edge anche se rispetto a quest'ultimo la curvatura è molto meno accentuata. Poi, in virtù di uno spessore appena superiore, la batteria dell'Edge è da 2.600mAh, contro i 2.550 del Galaxy S6 standard. Molto curato il discorso alimentazione: integrate le tecnologie WPC e PMA per la ricarica wireless, e con appena 10 minuti di carica si ottengono fino a 4 ore di autonomia aggiuntiva. Le misure sono di 143,4×70,5×6,8mm per 138 grammi per l'S6, 142,1×70,1×7,0mm per 132 grammi per la variante Edge. In comune i due hanno lo storage: 32, 64 o 128GB, realizzato con tecnologia UFS 2.0 sempre opera dei tecnici di Samsung.

 

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Molta cura Samsung l'ha posta anche nello sviluppo della piattaforma di sicurezza Knox, in modo tale da aumentare l'appeal del prodotto Galaxy anche per le aziende e i professionisti. Ma il miglior risultato lo ottiene senza dubbio sul piano estetico, con una profonda rivisitazione sia del design del telefono che del suo intero software.

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Partiamo dall'esterno: la scelta di utilizzare vetro Gorilla Glass 4 per anteriore e posteriore, montato su una scocca di metallo, rende il prodotto davvero molto bello da vedersi e da tenere in mano. Le finiture sono precise e l'assemblaggio notevole, il peso percepito è inferiore alla massa immaginata, l'ergonomia molto buona. Dopo l'Alpha e la linea Galaxy A, Samsung fa un nuovo passo in avanti con risultati assolutamente positivi. Anche gli accessori, e ce ne sono tantissimi di ogni tipo, sono molto belli esteticamente e offrono un'ampia scelta a seconda dei gusti e del pubblico a cui fanno riferimento. C'è infine anche un nuovo caschetto Gear VR per la realtà virtuale, specifico per il Galaxy S6 e compatibie anche con la variante Edge.

La sorpresa più grande, infine, è senza dubbio la nuova Touchwiz: rimane di fondo lo stesso prodotto, ma grazie a una completa riscrittura ora concede molto al material design e alle scelte bidimensionali per gli elementi dell'interfaccia (come già su Android Lollipop e iOS dalla 7 in poi), senza contare che è reattiva e all'apparenza molto più leggera. La rivisitazione ha riguardato ogni aspetto, compreso il menù a tendina delle notifiche o quello delle impostazioni, e il risultato pare soddisfacente. Le aggiunte per sfruttare lo schermo curvo dell'Edge sono meno affascinanti che sul primo prodotto della categoria, forse proprio perché già intraviste: in ogni caso si armonizzano molto bene col resto delle novità dell'interfaccia, e soddisfaranno senz'altro gli acquirenti di questo flagship.

 

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

L'Italia è tra i fortunati 20 paesi nei quali i nuovi Galaxy saranno disponibili sin da aprile: già da metà marzo sarà possibile prenotarli (e chi lo fa dovrebbe ricevere in omaggio la base per la ricarica wireless: ma questo dato ve lo confermeremo più avanti), anche attraverso gli operatori mobile. Le colorazioni disponibili sono 5: entrambi saranno venduti in bianco perla, nero zaffiro e oro platino, mentre il blu topazio sarà un colore esclusivo del Galaxy S6, e il verde smeraldo l'esclusiva del Galaxy S6 Edge.

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Prezzi confermati: 739 euro per il 32GB, e poi 100 euro in più a salire fino ai 939 euro del 128GB (ricordiamo che la memoria sul nuovo Galaxy S6 non è espandibile). Per l'Edge stesso discorso: il prezzo di partenza però dovrebbe salire di 100 euro già nella versione da 32, arrivando quindi a superare i 1.000 euro nella versione da 128GB con schermo curvo.

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge