Il Mobile World Congress, il più grande raduno annuale nel settore delle telecomunicazioni a livello globale si terrà a Barcellona fino al 2024. Secondo l’associazione GSM, l’organizzatore principale dell’evento, l’attuale contratto legato alla città – che sarebbe scaduto nel 2023 – è stato allungato di un anno.

MWC a Barcellona fino al 2024

Per motivi ben noti, quest’anno il Mobile World Congress non si è svolto, costringendo le aziende produttrici di smartphone e altre società di tecnologia ad organizzare eventi personali e a modificare i loro programmi.

Tuttavia, nel 2021 si spera che le cose tornino alla normalità, dando la possibilità al celebre MWC di svolgersi. Adesso, John Hoffman, CEO di GSMA – l’organizzatore principale dell’evento – ha affermato che la manifestazione si terrà dal 1 al 4 marzo 2021.

Come vi abbiamo anticipato, a causa della cancellazione del MWC 2020, GSMA ha fatto sapere che l’evento si terrà a Barcellona fino al 2024, andando ad allungare di un anno il contratto vigente e che scadeva nel 2023.

Estendendolo fino al 2024, stiamo dimostrando il nostro impegno nei confronti dell’ecosistema legato al MWC e delle parti della città ospitante. Siamo lieti di segnalare che abbiamo avuto un enorme supporto e un aiuto tempestivo da molti espositori per le future edizioni.

È noto che il Mobile World Congress è uno degli eventi più importanti della tecnologia a livello mondiale. Attirando più di 100.000 persone a Barcellona, ​​in quest’anno bisesto è diventato una delle prime vittime dell’arresto che il mondo sta vivendo.

La proroga di un anno – che porterà la manifestazione nella città spagnola fino al 2024 – è legata alla cancellazione dell’edizione del 2020 e non prevede – al momento – ulteriori estensioni.

Se ve lo foste chiesti, coloro avevano acquistato il biglietto per partecipare al Mobile World Congress 2020 sono stati rimborsati e agli espositori verranno offerte delle agevolazioni per favorire la loro presenza nelle prossime edizioni, con riduzioni significative delle commissioni contrattuali nei prossimi tre anni. Inoltre, il prezzo sarà lo stesso del 2019, riducendo così leggermente il costo di una partecipazione che suppone un investimento elevato per le aziende e che arriverà in un contesto economico difficile.

Fonte:Reuters