Il Motorola Moto Z4 non passerà alla storia per essere uno smartphone dal sistema operativo più aggiornato, secondo alcune indiscrezioni, infatti, dopo l’update ad Android Q questo device non riceverà ulteriori aggiornamenti del sistema operativo. Si tratta di un medio di gamma, questo è vero, ma è pur sempre uno smartphone che costa quasi 500 euro e questo dettaglio potrebbe incidere, anche notevolmente, sulle sue vendite.

Moto Z4 aggiornamento solo ad Android Q

A rivelarlo è stato il sito DigitalTrends nella propria recensione del Motorola Moto Z4 indicando, tra le note negative, che per questo device è previsto un solo aggiornamento del sistema operativo principale ad Android Q. Attualmente il Moto Z4 viene venduto con preinstallato il sistema operativo mobile di Google alla versione Android Pie. Quando sarà pronto, il device riceverà Android Q, ma non le versioni future del sistema operativo del robottino verde, come un futuro Android R.

Non è noto il motivo per cui Motorola ha preso questa decisione che appare alquanto discutibile e potrebbe influire molto sulle scelte di acquisto degli utenti. Quello che è certo è che dopo l’ acquisizione da parte di Lenovo, i device Motorola hanno subito un crollo in termini di aggiornamenti. Eppure, come ben sappiamo, essere in possesso di un buon hardware (e il Moto Z4 ha delle dotazioni molto interessanti, a partire dal supporto Moto Mods) non sempre è sufficiente per ottenere risultati ottimali se manca un adeguato supporto da parte del software.

In un’epoca caratterizzata da un estremo dinamismo e da una rapida evoluzione delle tecnologie, consentire agli utenti di avere un device sempre aggiornato può fare la differenza. Motorola assicura comunque che il Moto Z4 riceverà aggiornamenti di sicurezza bimestrali per due anni, chissà se questo dettaglio verrà ritenuto sufficiente dai futuri acquirenti del device, soprattutto considerando che altre aziende, come OnePlus e Google, offrono con smartphone della stessa fascia di prezzo la garanzia di fino a 3 anni di aggiornamenti importanti e magari anche qualche caratteristica in più.

Fonte: Digitaltrends