Secondo uno studio della Strategy Analytics i cellulari dotati di fotocamera supereranno quota un miliardo nel 2007 e a trainare le vendite saranno ancora i cellulari dotati di fotocamera VGA (640 x 480 pixels).

Il mercato dei camera phone è destinato a crescere, entro il 2011 entreranno 120 miliardi di dollari nelle tasche dei costruttori, quando un terzo della popolazione mondiale sarà in possesso di un cellulare dotato di fotocamera.

Sebbene Nokia sia il leader mondiale incontrastato del mercato della telefonia mobile, non lo è per il settore dei camera phone, dove deve cedere il posto a Motorola che negli ultimi 12 mesi ha venduto ben 100 milioni di cellulari dotati di fotocamera.
Sony Ericsson si evidenzia per i buoni risultati raggiunti dalla sua linea Cyber-shot, ad oggi rappresentata dal K550i, K800i, K810i e K850i.

Neil Mawston, Associate Director e Chief Mobile Imaging Analyst ha commentato, "I camera phone hanno avuto un rapido ed immediato successo con vendite che sono cresciute dai 3 milioni del 2001 fino ai 500 milioni del 2006. La battaglia dei sensori fotografici vede una netta sconfitta da parte dei sensori CCD in favore dei sensori CMOS che richiedono meno spazio all’interno dei dispositivi mobili".

David Kerr, vice presidente del Global Wireless Practice ha aggiunto, "Il mercato dei camera phone sta entrando nella terza fase in cui l’attenzione si sposterà dal numero dei megapixel alla reale qualità delle immagini. In Europa Occidentale e in Nord America ormai i dispositivi dotati di fotocamera da 1 megapixel sono diventati la norma, mentre i cellulari con fotocamera da 5 o più megapixel, nonostante siano una nicchia di mercato, entro la fine del 2007 supereranno il 2% del mercato. Funzioni come zoom, flash e autofocus permetteranno nette differenziazioni solo nel corso del 2008 e negli anni a seguire".