Nel primo trimestre del 2015, sia Microsoft che Sony sono state escluse dalla Top 10 dei principali produttori smartphone per numero di dispositivi spediti nel mondo. Colpa anche di società come Coolpad, Alcatel e Vivo, che hanno migliorato la propria prestazione rispetto al trimestre precedente mentre la società di Redmond e l’azienda nipponica, pronta a lanciare Xperia Z4 in Occidente, non hanno guadagnato riscontrabili quote di mercato.

Secondo i dati riportati da Tom Ahonen, ex-dirigente Nokia e ora analista di mercato, il primo produttore è ovviamente Samsung. La casa sudcoreana detiene il primato con il 24,3 per cento del mercato, raggiunto con 82,8 milioni di unità spedite. Al secondo posto troviamo Apple con il 17,9 per cento, pari a 61,6 milioni di smartphone. Nell'ultimo trimestre del 2014, le due società erano alla pari con il 20,10 per cento, ma era questione di tempo prima che Samsung riprendesse il suo posto: Apple fa affidamento solo sugli iPhone nella fascia alta, mentre Samsung copre eterogeneamente ogni fascia di prezzo.

iPhone 6
iPhone 6

Chiude il podio Lenovo con il 5,5 per cento, molto distante dai primi due, e 18,7 milioni di dispositivi spediti. Il resto della classifica vede Huawei (5,1 per cento), LG (4,5 per cento), Xiaomi (4,4 per cento), ZTE (3,5 per cento), Coolpad/Yulong (3,4 per cento), TCL/Alcatel (2,8 per cento) e Vivo (2,7 per cento). In totale sono stati spediti quasi 341 milioni di smartphone.

Secondo Ahonen, è possibile che alla fine del 2015 il conteggio degli iPhone sia inferiore rispetto a quello del 2014, una previsione che va in contrasto con il successo della linea iPhone 6 e con quella degli altri esperti del settore. "Ovviamente abbiamo già assistito al picco delle vendite degli iPhone e la mia proiezione è che l'effettiva quota di mercato degli iPhone per l'intero anno 2015 sarà in calo anche quest'anno", queste le parole dell'analista.