Il comune di Santa Tecla, l’USAID (Agency for International Development) per conto del governo degli Stati Uniti, RTI International (RTI), la PNC (Polizia Nazionale Civile) e Qualcomm, tramite l'iniziativa Wireless Reach, hanno presentato una soluzione che, sfruttando la tecnologia wireless 3G, consentirà di creare e testare un sistema di rilevazione e mappatura degli atti criminali. Lo scopo di questa soluzione è quello di ridurre le attività criminali migliorando il sistema di acquisizione e condivisione in tempo reale delle informazioni relative ai crimini.

Il sistema Seguridad Inalámbrica (sicurezza wireless) renderà più semplice l'accesso a dati vitali da parte degli agenti di polizia e dell'amministrazione comunale. Questa soluzione consente il monitoraggio e l'analisi in tempo reale degli atti criminali allo scopo di migliorare l'implementazione di misure più efficaci di prevenzione del crimine. Seguridad Inalámbrica dimostra come le applicazioni rese possibili dalle tecnologie wireless avanzate trasformino il telefono cellulare in uno strumento di comunicazione flessibile che può essere utilizzato per la trasmissione di dati e per le comunicazioni tramite voce e SMS più classiche.

"Le tecnologie 3G consentono l'accesso wireless avanzato a Internet a banda larga e si dimostrano fondamentali nel potenziamento delle capacità a disposizione di coloro che proteggono e lavorano per il bene della comunità", ha affermato Flavio Mansi, vicepresidente senior di Qualcomm e presidente di Qualcomm Latin America.

Gli agenti delle forze dell'ordine che partecipano al progetto sono stati dotati di telefoni cellulari 3G sui quali è presente un'applicazione software di facile utilizzo per il monitoraggio delle attività criminali. I dispositivi e le applicazioni vengono utilizzati per indicare l'attività criminale in prossimità del luogo in cui si sta svolgendo e le informazioni circa il tipo e la posizione di tali atti criminosi vengono quindi trasmesse dal telefono cellulare a un database di mappatura del crimine. Le attività criminali possono quindi essere monitorate dal database tramite il software open source GIS (Geographic Information Systems). Il sistema consente poi di visualizzare su una mappa dettagliata i luoghi in cui si svolgono gli atti criminali, facilita l'identificazione dei luoghi ad alto rischio e permette di studiare i cambiamenti dell'attività criminale con il passare del tempo in concomitanza con l'introduzione di programmi di prevenzione del crimine e della violenza da parte delle forze dell'ordine.

"Noi salvadoregni di solito consideriamo i telefoni cellulari uno strumento da utilizzare solo per le comunicazioni vocali", ha affermato Carlos Antonio Ascencio Giron, direttore generale della Policía Nacional Civil (PNC). "La possibilità di utilizzare i telefoni cellulari per segnalare i crimini nel luogo in cui essi si svolgono e con la massima tempestività ci ha aperto gli occhi. Questo sistema non solo ci consentirà di monitorare meglio gli atti criminali, ma anche di avere a disposizione più tempo e risorse da dedicare al rafforzamento delle forze dell'ordine e alla prevenzione del crimine."