Meizu, società distintasi al MWC per uno smartphone Ubuntu-oriented, è cresciuta in maniera esponenziale negli ultimi anni: dopo aver venduto 4,4 milioni di smartphone nel 2014, nel 2014 è risucita addirittura nell’impresa di venderne oltre 20 milioni.

Elegante
Elegante

Il fiore all'occhiello della società è attualmente il PRO 5: introdotto a settembre dell'anno scorso, è l'unico dispositivo non Samsung alimentato dal processore octa-core a 64-bit Exynos 7420.

Meizu Pro 6
Meizu Pro 6

Assodata la bontà del prodotto, molto atteso è il suo successore, il Meizu Pro 6. Tante sono le voci che si inseguono sul suo conto e, come succede in questi casi, qualche foto che trapela sulla Rete ci scappa sempre.
Le ultime in ordine di uscita svelano alcune caratteristiche interessanti tra le quali il display ricurvo dual edge che tanto ci ricorda il Galaxy S7, il tasto home multifunzione fisico 'mBack' e il design che ricorda il suo predecessore Pro 5.

Meizu Pro 6
Meizu Pro 6

Voci accreditate asseriscono che avrà a bordo un processore che non è stato ancora presentato, il Samsung Exynos 8870. Molto probabilmente, uscirà con Marshmallow preinstallato con Meizu Flyme OS.
Per quanto riguarda le voci ufficiali, il vicepresidente della società ha confermato che il Meizu Pro 6 sarà dotato di tecnologia Force Touch.