Se ne è parlato per lungo tempo e si pensava che sarebbe dovuto uscire prima del BQ Aquaris E4.5, ossia il primo vero smartphone con il sistema operativo Ubuntu. Da poche ore, il Meizu MX4 Ubuntu Edition è ufficiale e acquistabile direttamente dal sito ufficiale del produttore cinese al prezzo di 1.799 yuan, ossia circa 253 euro al cambio attuale. In ogni caso, il dispositivo è al momento un’esclusiva per la Cina, ma potrebbe essere possibile acquistarlo su importazione nelle prossime settimane.

La dotazione tecnica è la stessa dell’edizione Android con Flyme OS: schermo da 5,4 pollici con risoluzione FullHD (1920×1152, 418ppi), processore MediaTek MT6595 octa-core da 2,2GHz con unità grafica PowerVR G6200MP4, 2GB di RAM, 16GB di memoria interna non espandibile (la versione da 32GB non è disponibile con Ubuntu), fotocamera posteriore da 20,7 megapixel con doppio flash LED a due tonalità, fotocamera frontale da 2 megapixel e batteria da 3.100mAh. La versione Android offre un’autonomia di circa 17 ore di conversazione e 10 ore di riproduzione video, così come più di 14 ore di navigazione web.

BQ Aquaris E 4.5 in versione Android
BQ Aquaris E 4.5 in versione Android

Ubuntu per smartphone si basa sull’uso degli Scope, ossia macroschermate, equivalenti a quelle per PC desktop, che includono tutte le informazioni necessarie su musica, video e social network. Ad esempio, anziché puntare sulle singole app questi Scope convogliano tutte le informazioni su un dato argomento così che l’utente non debba navigare tra più app per avere un quadro completo. Come detto, comunque, Meizu MX4 Ubuntu non uscirà dalla Cina.

In Europa è disponibile il BQ Aquaris E4.5, che però è un dispositivo di fascia medio-bassa con schermo da 4,5 pollici HD (960×540, 240ppi) e processore MediaTek quad-core da 1,3 GHz oltre a una fotocamera da 8 megapixel e una batteria da 2.150 mAh. Il suo prezzo di 169 euro, però, potrebbe essere un’esca per gli appassionati del mondo Ubuntu che volessero provare con mano la sua prima incarnazione mobile.

Meizu MX4 Ubuntu
Meizu MX4 Ubuntu

I piani di Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical che è la società che sviluppa Ubuntu, prevedono che il prossimo grande passo del sistema operativo sarà la convergenza tra smartphone e desktop: si potrà connettere lo smartphone a schermo, tastiera e mouse esterni e le app si “trasformeranno” nella loro versione desktop. La stessa funzionalità che Microsoft offrirà con Windows 10, chiamata “Continuum”.