Ricordate Lycos? Il celebre portale web dei tempi pre-Google, quello che aveva un labrador nero come mascotte, pare sia tornato. E questa volta non con un nuovo servizio online, ma con dell’hardware: due dispositivi smart da indossare. Lunedì scorso, con un party di presentazione a Hollywood, la rinata azienda americana ha lanciato ufficialmente sul mercato un anello e un braccialetto – due device indossabili – che prendono il nome rispettivamente di Lycos Ring e Lycos Band.

Lycos Band + Lycos Ring
Lycos Band + Lycos Ring

Il braccialetto, com’è facile intuire dalla foto, non sarà molto diverso dagli altri prodotti smart simili già presenti sul mercato e verso cui si pone come diretto concorrente. Formato da un bracciale in gomma da stringere intorno al polso, l’apparecchio è dotato di tutte le classiche funzioni fitness che ormai ben conosciamo: tracciatura della qualità e della durata del sonno, conteggio dei passi e delle calorie bruciate, monitoraggio dell’attività fisica e delle pulsazioni del cuore ecc. A questi vanno aggiunti anche la vibrazione per segnalare le notifiche, la possibilità di funzionare come orologio e sveglia e l’uso della tecnologia NFC per sbloccare lo smartphone: ovviamente quando i due apparecchi si trovano l’uno in prossimità dell’altro. La batteria integrata nel bracciale può tenere acceso il dispositivo per un periodo di tempo compreso tra i 10 e i 14 giorni. Oltre il nero, il device sarà disponibile anche in altri 5 colori: bianco, arancio, azzurro, blu e bordeaux.

L’anello Lycos, invece, non avrà le funzioni di tracking per il fitness, né un display attraverso cui interagire: però potrà essere usato per sbloccare lo smartphone o per effettuare pagamenti wireless. Anche in questo caso l’autonomia dichiarata è di 10/14 giorni con una sola ricarica. Per approfondire le funzionalità di questi device si può dare un’occhiata a questo video introduttivo caricato su Vimeo.

 

Lycos Life
Lycos Life (app Android)

I due dispositivi sono resistenti all’acqua: possono infatti restare in immersione fino a 30 minuti e fino a 1 metro di profondità. Entrambi sono dotati di un sistema per la gestione della “Sicurezza personale” e della tecnologia “Tap2Transfer”: quest’ultima permette all’utente con un singolo tocco di scambiare informazioni con altri utenti, come nel caso in cui si voglia fornire il biglietto da visita elettronico a potenziali clienti e/o partner oppure condividere con terzi un percorso calcolato sulla mappa per raggiungere una determinata meta.

L’app Lycos Lifepresente nello store Android – sarà il software necessario e sufficiente per far comunicare via Bluetooth (versione LE 4.0) questi due nuovi device indossabili con gli smartphone e i tablet: potrà anche funzionare da passpartout verso le applicazioni o i servizi web che necessitano di credenziali d’accesso.

Il Lycos Ring sarà venduto ad un prezzo di soli 59,99 dollari, mentre per il Lycos Band bisognerà spendere 124,99 dollari. Un prezzo quest’ultimo non proprio in linea con i concorrenti, ma potrebbe far comunque presa sul mercato se l’apparecchio riceverà una aggressiva campagna di marketing.

Di pari passo con lo sviluppo di questi apparecchi, Lycos ha messo in piedi il “Life Project”, ossia un’iniziativa umanitaria a livello globale per cui il 5 per cento del ricavato delle vendite di questi device sarà utilizzato per fornire acqua gratuita e sensori per la qualità dell’aria a famiglie che ne hanno bisogno.