Coprire le fasce più alte della clientela, dopo aver passato anni a democratizzare l’universo della telefonia mobile. E' questo lo spirito con il quale LG attacca il 2011, un anno determinante per continuare a crescere, magari aggiungendo dei pezzi importanti alla propria immagine di marca.

 

Non più telefonini per i giovani, ma anche per l'utenza professionale, per quel segmento tecno-chic abituato a volere il meglio e a dare un peso importante all'investimento nella fase di acquisto di un telefonino. Ovviamente non mancheranno le attenzioni rivolte alla fascia entry level e agli utenti che puntano esclusivamente ai servizi canonici come telefonare e mandare-ricevere messaggi.

 

In quest'ottica, da sottolineare i lancio di A170, un modello che promette stand by di tre giorni, e S310, un bar phone che profuma di Nokia per form factor e che aggiunge una fotocamera da 3.0 megapixel allo schermo da 2.2 pollici. Carino anche per le rifiniture cromate e per il senso di pregio che ha nonostante il prezzo di appena 90 euro (40 invece il costo dell'A170).

 

Oltre ai simple users, da valorizzare rimangono anche i giovani, con le loro richieste di servizi aggiuntivi a parità (o quasi) di costo. Ecco perché LG lancia il Bubble wi-fi, una scelta dettata anche dalla decisione di alcuni comuni di rendere fruibile gratuitamente il wi-fi nei luoghi pubblici. Costerà 99 euro.

 

Non manca come al solito Android, presente con la versione Froyo 2.2 sul nuovo Optimus Life: 159 euro, da fine febbraio, con un processore da 600 MHz che dovrebbe supportare al meglio velocità e rapidità di esecuzione delle varie operazioni.
Si aggiunge a Life il nuovo Optimus Chat, che offre una tastiera estesa comoda e precisa, uno schermo da 2.8 pollici a un prezzo relativamente contenuto, e compreso tra i 179 e i 229 euro.

 

Da non dimenticare poi le attenzioni rivolte alla fascia più alta della clientela. LG rimane il produttore che ha nel proprio portafoglio il Windows Phone più economico disponibile sul mercato. A Optimus 7, che si presenterà con altre colorazioni oltre al serioso nero, si affiancheranno i nuovi Android. Sugli altri, l'Optimus Dual e l'Optimus Black, mentre dei nuovi Optimus 3D e Optimus Tab parleremo Lunedì.

 

Dual, come suggerisce il nome, raddoppia le prestazioni e le performance grazie al doppio processore da 1gb disponibile. A trarre beneficio da questa scelta dovrebbe essere l'intero parco di features messo a disposizione dell'utente: browser più veloce, supporto di flash 10.1, videogames con un processore grafico a basso consumo e giochi ad alta qualità, multitasking più veloce e innesto HDMI, con riproduzione a 1080p. La batteria? Due giorni di utilizzo è la promessa. Il prezzo? 499 euro. La disponibilità? I primi giorni di Marzo.

 

LG Optimus Dual 
LG Optimus Dual 

Con Optimus Black, invece, LG punta sulla luminosità del display, presentando lo smartphone più luminoso (appunto) del mondo. 700 i nit dello schermo contro i 450 circa di Optimus Dual, che si traducono nella facile possibilità di lettura sotto la luce del sole. Il tutto tenendo comunque conto del risparmio energetico, anche rispetto agli Amoled o ai Retina display. In più, anche qui avremo Android e una fotocamera frontale da 2 megapixel, in attesa dei nuovi servizi di Google. Tra 449 e 499 il prezzo, per uno smartphone sottolissimo (il più sottile, per ora) e leggerissimo. 

LG Optimus Black
LG Optimus Black

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum