18:32 – Eccoci al nuovo iPhone, lo stesso Cook prima di passare la parola conferma che ci sarà un nuovo arrivo oggi: e monterà uno schermo 4 pollici…

18:32 – Ad alcuni utenti piace lo schermo 4 pollici, per altri è il primo iPhone e dunque il primo passo nel mondo Apple. 

18:33 – Apple ha ascoltato gli utenti, e ha deciso di creare il nuovo iPhone SE.

18:33 – Davvero quasi indistinguibile dal vecchio iPhone 5s, almeno esteticamente. Quattro colori, gli stessi di iPhone 6s.

18:34 – Confermata la presenza di processore A9 a bordo, stesse performance del 6s. Due volte più veloce del 5s, 3 volte più veloce nella grafica. Ed è compatibile con Hey Siri, per richiamare con la voce il proprio assistente personale in ogni momento.

18:35 – Autonomia di ottimo livello, e soprattutto fotocamera da 12 megapixel come su iPhone 6s.

18:36 – Ci sono i panorama da 63 megapixel, ci sono le live-photo, ci sono i video 4K. Fino a questo punto non sembrano esserci differenze, schermo a parte, tra 6s e SE.

18:37 – LTE fino a 150Mbps, Voice over LTE, WiFi 802.11 ac. Dotazione di connessione completa.

18:38 – iPhone SE supporta ovviamente anche Apple Pay, che purtroppo non è ancora attivo in Italia.

18:39 – Prezzo del nuovo iPhone a partire da 399 dollari negli USA, versione da 16GB. Versione da 64GB a 499 dollari.

18:40 – In prenotazione dal 24 marzo, disponibile dal 31 marzo. In Italia entro la fine di maggio, non sarà tra i primi paesi dove sarà disponibile.

18:40 – Come previsto, iPhone SE sostituisce iPhone 5s nell’offerta Apple.

18:41 – Ora è il turno di iOS, con il prevedibile annuncio di iOS 9.3 che tra l'altro equipaggia il nuovo iPhone SE.

18:42 – Tra le novità di iOS 9.3 c'è la modifica delle emissioni dello schermo per rendere la luce più delicata per gli occhi alla sera (Night Shift), la protezione tramite TouchID delle note, novità per Healt e News (50 milioni di utenti attivi per questa app).

18:43 – Capitolo vaporware, CarPlay: annunciato da anni, promesso da moltissimi produttori di automobili, è stato ulteriormente perfezionato da Apple che ha lavorato sulla musica e sulle mappe. Speriamo di vedere queste funzioni prima o poi in un abitacolo…

18:44 – Apple ha lavorato anche alle funzioni per l'istruzione, con alcune novità che interesseranno soprattutto le scuole e le università che fanno uso dei tablet per i propri studenti.

18:44 – iOS 9.3 in distribuzione da oggi, ovviamente gratuitamente.

18:45 – Tim Cook sul palco, si dichiara entusiasta di iPhone SE. E poi si passa ad iPad.

18:45 – Phil Schiller si prende il compito di spiegare come mai Apple abbia deciso di lanciare un nuovo iPad Pro con schermo mini.

18:45 – Schiller cita le dichiarazioni di alcuni professionisti, come il capo dei disegnatori Pixar, entusiasti di Apple Pencil e dell'iPad Pro.

 18:46 – Eccolo il nuovo iPad Pro con la stessa diagonale dell'iPad Air 2: 9,7 pollici, come l'iPad originale, più compatto e leggero.

18:47 – 200 milioni di iPad da 9,7 pollici venduti fino a oggi.

18:47 – Ci sono 600 milioni di PC in giro con più di 5 anni di vita alle spalle: e Apple pensa di poter vendere ai proprietari di questi PC un iPad Pro per sostituirli.

18:48 – Display Pro per il nuovo iPad Pro: stessa tecnologia già vista per il primo iPad Pro, 40 per cento meno riflessi dell'Air 2, 25 per cento più luminoso (500 nits). Ampia gamma colori secondo lo standard DCI.

18:50 – True Tone display: misura la temperatura della luce ambientale e regolazione automatica della temperatura del bianco dello schermo. La misurazione avviene attraverso due sensori a 4 colori presenti a bordo.

18:51 – Migliorato anche l'audio (rispetto all'Air 2): 4 altoparlanti distribuiti ai due lati del tablet, con il doppio del volume di un Air 2.

18:52 – Monta ovviamente il chip A9x, il processore più potente di Apple per i dispositivi iOS. Apple paragona le prestazioni grafiche a quelle di una Xbox360.

18:53 – Ovviamente tastiera Smart Keyboard dedicata al nuovo formato, e ovviamente compatibile con la Apple Pencil. Schiller sta volando tra gli annunci, una vera corsa.

18:55 – Non mancano gli adattatori, come quello che permette di ottenere una porta USB dal connettore Lighting: compatibile, dice Schiller, anche con l'adattatore USB-Ethernet prodotto dalla stessa Apple.

18:56 – Anche iPad Pro 10 pollici monta la fotocamera posteriore da 12 megapixe, con flash dual-LED. Compatibile con la ripresa video 4K.

18:57 – Quattro colorazioni, le solite: disponibile anche rose gold, per chi gradisce questa variante.

18:58 – Prezzo per 32GB a 599 dollari nella versione WiFi, 128GB a 749 dollari. 256GB, disponibile: 899 dollari.

18:59 – Disponibile anche questo nuovi iPad Pro a partire dal 31 marzo.

19:00 – Ora viene mostrato un video che ricapitola le qualità del nuovo iPad Pro: la funzione più interessante è senz'altro quella che misura la luce ambientale per ottimizzare la resa cromatica del dispositivo in tutte le condizioni di luce.

19:02 – Anche la versione da 13 pollici sarà disponibile nel taglio da 256GB.

19:03 – Prezzo tagliato a 399 dollari per Air 2, una scelta interessante.

19:03 – Tornato Cook sul palco, probabilmente per i saluti finali.

19:04 – Tim Cook si sbilancia, e pronostica per il 2017 l'inaugurazione del nuovo Apple Campus che disporrà anche di un nuovo teatro per gli annunci.

19:05 – Saluti finali, con il ricordo del 40simo anniversario dell'Apple I. Cook dà appuntamento al prossimo keynote.

18:00 – Puntualissimo, inizia il keynote di Apple. Si parte addirittura
con una rievocazione sin dal 4 aprile 1976, giorno in cui Cupertino
fissa la nascita di Apple I, e poi una rassegna velocissima su tutto
quanto è accaduto da allora sino a oggi durante 40 anni.

18:03 – Tim Cook sul palco, inizia a raccontare i numeri di Apple: 1 miliardo di dispositivi con la mela attivi sul pianeta.

18:05 – Cook a sorpresa decide di trattare un tema delicatissimo: ovvero
la cifratura degli iPhone e la richiesta dell'FBI di decifrare il
contenuto di un iPhone appartenuto a uno degli attentatori della strage
di San Bernardino. Il CEO scegli di sfruttare la visibilità del keynote
per ribadire l'intenzione di Apple di proteggere la privacy degli utenti
e la volontà di opporsi alla richiesta federale.

18:06 – Si parte da lontano oggi: ora si parla di ambiente ed ecologia,
visto che Cook ha passato la parola a una sua collega per parlare di
energie rinnovabili e cosa Apple fa per rendere più sostenibili le sue
catene di montaggio. L'obiettivo era il 100 per cento di rinnovabili per
tutta Apple, dai datacenter ai negozi: a oggi Cupertino è arrivata al
93 per cento. 100 per cento raggiunto negli USA e Cina.

18:10 – il 99 per cento della carta di cui sono composte le confezioni
dei prodotti Apple proviene da carta riciclata o da fonti sostenibili.
Apple si è anche comprata ettari ed ettari di foreste, così da essere
sicura che le coltivazioni siano davvero sostenibili.

18:11 – Anche il riciclaggio dei prodotti a fine vita è una priorità per
Apple, che mostra una immagine di una discarica piena di prodotti
elettronici come monito.

18:12 – C'è anche un progetto di ricerca e sviluppo in corso, chiamato
"Neo", che provvede a disassemblare e recuperare gli elementi di cui è
composto un iPhone per avviarli al riciclo o al riutilizzo.

18:13 – In prima fila al Campus dell'Infinite Loop ci sono i massimi
dirigenti di Apple, segno che oggi ci saranno comunque annunci succosi
oggi.

18:14 – Apple invita a sfruttare il programma "Renew" disponibile negli
Apple Store e sul sito Apple, programma che è attivo anche in Italia ma
con condizioni leggermente diverse agli USA.

18:15 – Torna sul palco Tim Cook, che introduce il terzo argomento di
oggi: Healt, la salute, che sarà raccontata da un altro dei tecnici di
Cupertino che sale ora sul palco.

18:16 – Si parte dal ResearchKit dello scorso anno, lo strumento che
permette di usare gli iPhone come dispositivo di raccolta dati per la
ricerca scientifica. Ha permesso di lavorare a un programma di ricerca
sul Parkinson che ha potuto giovarsi della più grande mole di dati della
storia in questo settore.

18:16 – Addirittura uno degli studi condotti tramite ResearchKit ha
permesso di individuare una particolare forma di diabete tipo-2, una
eventualità inaspettata che ora gli scienziati stanno cercando di
approfondire.

18:18 – Al momento viene mostrato un video che illustra alcune delle
ricerche portate avanti in quest'anno grazie a ResearchKit, iPhone e
Apple Watch.

18:19 – Oggi la curva per arrivare alla presentazione dei prodotti è
davvero larga: probabilmente Apple sente il bisogno di mettere in
evidenza la qualità del lavoro svolto e l'interesse dell'azienda che
spazia oltre i semplici smartphone e wearable. Le ultime conferenze
della concorrenza si sono concentrate quasi tutte su realtà virtuale e
fotografia, segno che evidentemente Cupertino sta provando una strada
differente per la propria comunicazione e l'immagine che vuole
proiettare di sé.

18:20 – Sul palco viene annunciato CareKit: un framework per creare app
che consenta di fornire al paziente informazioni utili per valutare la
propria malattia – si comincia con un app utile a fornire informazioni
utili ai malati di Parkinson.

18:23 – L'idea di Apple è di garantire al paziente una maggiore
copertura da parte dei medici anche quando non sono ricoverati in una
struttura ospedaliera. Lo smartphone può fare da sensore per raccogliere
dati, per esempio con l'accelerometro, o tramite l'input diretto
dell'utente o di altri dispositivi: queste informazioni sono condivise
con i propri dottori, che possono offrire il proprio supporto. 

18:25 – CareKit sarà rilasciato ufficialmente in aprile.

18:25 – Tim Cook di nuovo sul palco, finalmente si parte di prodotti: partendo dal Watch.

18:26 – Naturalmente Cook loda le qualità del Watch, il preferito e il più venduto. 

18:27 –  Nuovo cinturino in nylon, e nuove colorazioni per i cinturini esistenti in gomma, pelle e metallo.

18:28 – Cala il prezzo di Apple Watch: si parte da 299 dollari da oggi, vedremo il prezzo italiano.

18:28 – Si passa rapidamente ad Apple TV.

18:29 – Il futuro della TV è nella app, dice Cook: 5000 app già
disponibili su Apple TV dal lancio del nuovo modello lo scorso anno.

18:30 – tvOS, la versione di iOS per Apple TV, funziona con Siri sulla
nuova Apple TV e consente di controllare le app con la voce oltre che
con il telecomando.

18:31 – Novità interessanti, si potrà persino inserire ID e password con
la voce tramite Siri: aggiornamento di tvOS in distribuzione gratuita
da oggi.

L'appuntamento è fissato per le ore 18 italiane: alle 10 ora del Pacifico, in diretta da Cupertino a Web unificato, Apple lancerà le sue novità di primavera che coinvolgeranno senza dubbio i dispositivi equipaggiati con iOS. Potrete seguire gli annunci anche qui su Telefonino.net, con aggiornamenti in diretta e una copertura dettagliata di tutto quanto transiterà sul palco dell'auditorium del campus di Apple. 

Let us loop you in - Apple Keynote
Let us loop you in – Apple Keynote

Ancora una volta toccherà ad iPhone calcare le scene, con l'atteso modello SE che un tempo veniva chiamato semplicemente "low-cost" e che pare destinato a rimpinguare la fascia bassa dell'offerta. Ma anche iPad potrebbe fare un'apparizione, visto che si chiacchiera da tempo di una versione Pro con schermo ridotto a 9,7 pollici e dunque quasi indistinguibile dall'attuale Air 2.

Dell'iPhone SE, che in precedenza si riteneva potesse essere denominato 6c, sappiamo molto: sarà equipaggiato con uno schermo da 4 pollici, diagonale abbandonata da tempo in casa Apple, e dunque tornerà a essere decisamente più tascabile dei modelli lanciati nel corso del 2014 e del 2015. In attesa di vedere come cambierà il design del modello 7, atteso però solo in autunno, il prodotto che sarà lanciato oggi ricalcherà le forme del precedente iPhone 5s, pur con alcune modifiche per rendere il design più moderno e meno soggetto ai graffi che affliggono il modello ora in commercio.

iPhone SE
iPhone SE

Sotto il cofano però ci dovrebbe essere parecchie novità: le voci più accreditate dicono che l'hardware sarà lo stesso dell'attuale iPhone 6s, quindi processore Apple A9 abbinato a una fotocamera posteriore capace di girare video in risoluzione 4K (probabile l'adozione dello stesso sensore da 12 megapixel), e ovviamente tagli di memoria da 16 e 64 gigabyte mentre è poco proba