"Motorola impiegherà al massimo due trimestri per potersi risollevare e beneficiare definitivamente dell’acquisizione da parte di Lenovo".

Sono queste, in sintesi, le dichiarazioni del CEO dell’azienda cinese, Yang Yuanqing, rilasciate nel corso di un’intervista telefonica al Wall Street Journal. Secondo Yuanqing, la strategia per invertire la rotta consiste nel ridurre i costi di tutta la filiera e, in particolare, quelli relativi all’acquisizione delle materie prime. Lenovo è pronta a lanciare un portafoglio di prodotti Motorola di fascia media in Cina, in cui il brand è conosciuto e gode di ottima reputazione.

Oltre a smartphone “entry level”, Motorola continuerà a produrre anche telefoni di fascia alta, così come di recente ha realizzato l’apprezzato Moto X.

Logo Lenovo
Il CEO di Lenovo, Yang Yuanqing

Il CEO di Lenovo ha sottolineato come l’azienda sia seriamente intenzionata ad incrementare il proprio share di mercato, grazie ad una liquidità importante nelle casse di circa 2 miliardi di dollari, al netto delle recenti acquisizioni di Motorola e dei server business di IBM.

Non resta che vedere come Lenovo sarà in grado di ridare lustro a Motorola, tentativo in cui neppure la gloriosa Google è riuscita ad aver successo.