L’industria degli smartphone è in costante sviluppo e attualmente anche ciò che fino a pochi anni fa era ritenuto impossibile… oggi è possibile. Pensiamo a dieci anni fa: era follia ipotizzare uno schermo pieghevole o una fotocamera da 24 Megapixel su uno smartphone. In quel periodo, ci reputavamo fortunati se trovavamo una selfiecam da 0,2 Mpx VGA e una singola lente sul posteriore con capacità di 2 Mega. Oggi invece, abbiamo sensori da 108 Mpx e anteriormente invece, lenti da 44 Mpx. Tuttavia, secondo un recente rapporto, presto avremo un telefono con un chip frontale da ben 100 Megapixel. Al di là se sia possibile o meno, la domanda è la seguente: ma ha senso tutto ciò?

Selfiecam da 100 Mpx: si o no?

Il rapporto di @DigitalChatStation afferma inoltre che presto vedremo una nuova fotocamera ad alta risoluzione con OIS all’interno di un dispositivo prossimo al debutto. Unitamente a ciò, questa famigerata lente da 100 Mpx sembra che sia una chicca hardware tecnologica non da poco. Di fatto, pensiamo alla soluzione di iPhone 12 Pro Max: qualità top e “SOLI” 12 Mpx.

Ma attenzione: oltre alla dimensione dei pixel, in una fotocamera ci sono molti più aspetti da considerare. La dimensione delle singole unità infatti, non garantisce prestazioni eccellenti sul versante pratico. Bisogna tenere conto delle funzionalità, delle ottimizzazioni software, dell’intelligenza artificiale e molto altro ancora. Della serie: “la potenza è nulla senza il controllo”.

Al momento abbiamo terminali con doppia fotocamera frontale e risoluzioni molto elevate. In effetti, molte di queste camere sono dotate di funzionalità video 4K e una sorta di stabilizzazione che ne previene i movimenti anti-shake.

Se questo rapporto dovesse rivelarsi veritiero, allora possiamo essere sicuri che i produttori di smartphone Android saranno i primi a utilizzare questo sensore. Ovviamente, Apple è ancora ferma ai suoi 12MP e agli utenti di iPhone questo sembra andar bene. Di fatto, l’azienda punta molto all’integrazione hardware-software e non ai numeri e ai valori che, molto spesso, sono fini a loro stessi.

Tuttavia, dovete sapere che se uno smartphone dovesse adoperare un sensore da 100 Mpx sull’anteriore, sul posteriore non potete aspettarvi lenti molto prestanti. Il costo dello stesso altrimenti, rischierebbe di divenire inutilmente costoso. La domanda quindi è la medesima di quella posta in apertura: hanno senso le selfiecam da 100 mpx? O saranno soltanto, l’ennesimo esperimento di marketing?

Fonte:Weibo