La rete su cui si basa il servizio di localizzazione GPS (Global Positioning satellite) può contare da questa settimana su un nuovo satellite, messo in orbita per sostituire un vecchio satellite in orbita dal 1991. Il lancio del satellite è stato effettuato per mezzo di un razzo Delta 2 di Boeing, fortunatamente scampato agli uragani Frances e Jeanne che hanno colpito la Florida in settembre, causando tuttavia il ritardo dell’operazione. Il satellite da 45 milioni di dollari è stato costruito da Lockheed Martin e porta a 30 il numero attuale di satelliti della rete GPS.