L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, su segnalazione di Cittadinanzattiva, ha ritenuto ingannevoli i messaggi pubblicitari utilizzati da Nokia per la campagna pubblicitaria di N-Gage, giudicandoli ‘idonei a minacciare la sicurezza fisica o psichica di bambini e adolescenti' e condannando di conseguenza l'azienda produttice al ritiro dei tre messaggi incriminati. Il provvedimento, assunto dall'Autorità in data 20 maggio 2004, fa seguito alla richiesta dell'Istituto per l'autodisciplina pubblicitaria di ritirare i messaggi in questione sin dal passato mese di dicembre. In sostanza la Nokia, ai sensi degli artt. 1, 2 e 6 del Decreto Legislativo n. 74/92, non potrà più diffondere i seguenti messaggi con cui pubblicizzava la consolle per videogiochi: ‘Umilia il tuo miglior amico davanti a tutti', ‘Fammi male', ‘Ti piace farlo in tre ?'.

‘Il provvedimento dell'Autorità conferma sia la potenziale dannosità di messaggi pubblicitari che sin dal passato mese di ottobre avevamo segnalato per la loro eccessiva provocatorietà e ambiguità, sia il ruolo della tutela civica nei confronti dei consumatori più giovani', ha dichiarato Giustino Trincia, vicesegretario di Cittadinanzattiva.

Le migliori offerte di oggi per Nokia N-Gage: tutti i prezzi