Durante il recente press tour organizzato in occasione del Security Analyst Summit di Kaspersky Lab, Denis Maslennikov, Mobile Research Group Manager, ha presentato una relazione dal titolo ‘malware mobile e Internet: mito o realtà?'.
Maslennikov ha illustrato le ultime tendenze del malware mobile, concentrandosi su come la rete Internet sia utilizzata dai criminali informatici per diffondere malware e infettare i telefoni degli utenti usandoli come strumenti comandabili attraverso le loro botnet.

Uno dei primi malware mobile diffusi via Internet è stato generato da un hacker ucraino nel 2004. I cybercriminali sembravano aver perso interesse per questo tipo di programmi, ma dal giugno 2009 al giugno 2010, è stato rilevato che il 35% dei malware presente sugli smartphone risultava essere diffuso via Internet.

Esiste una spiegazione perfettamente logica per spiegare questa tendenza – gli smartphone stanno diventando sempre più popolari. Nel 2009, la quota di mercato mondiale della telefonia mobile relativo alla vendita di smartphone era pari al 14,2% e, secondo i dati Gartner, affermata società di ricerche di mercato, si prevede che tale crescita continuerà sino a raggiungere il 18,6%. Le significative riduzioni nel costo delle connessioni Internet ha reso accessibile al grande pubblico molti dispositivi mobili che sono ormai collegati al Web in tutto il mondo. Tutto ci&og