È provato che l’abuso di smartphone e tablet nelle ore notturne, soprattutto prima di addormentarsi, può provocare l’insorgere di serie forme di insonnia: la luce a bassa intensità emessa dai pannelli di telefonini o televisori influisce infatti sui fotorecettori del cervello e inibisce la produzione di melatonina, un ormone che regola i cicli sonnoveglia. Apple è scesa quindi in campo a difesa dei nottambuli presentando Night Shift, una funzionalità che imposta il display su tonalità calde riposanti per occhi e cervello. La modalità notturna si può impostare nell’iPhone 5s o superiore, nell’iPad Air o superiore, nell’iPad mini 2 o superiore, nell’iPad Pro e nell’iPod touch di sesta generazione o superiore. Ma vediamo come attivarla.

01
Per usufruire del Night Shift bisogna aggiornare il proprio dispositivo Apple ad iOS 9.3. Per farlo apriamo le Impostazioni ed entriamo in Generali/Aggiornamento Software. Nel caso non lo fosse, il dispositivo provvederà in automatico a scaricare l’aggiornamento e a installarlo.

01
01: Aggiorniamo il sistema operativo

02
Entriamo nelle Impostazioni e tappiamo su Schermo e luminosità: da qui possiamo intervenire sull’attivazione del Night Shift impostando un range durante il quale si attiverà automaticamente. Nell’esempio l’abbiamo impostato tra le 17 e le 7,30 del giorno seguente.

02
02: Le impostazioni principali

03
Toccando Night Shift, interveniamo sulla gradazione di calore al quale si adatterà lo schermo dell’iDevice: più aumenteremo il valore verso il valore caldo, meglio sarà per i nostri occhi. Scegliamo comunque un valore che ci sembri il più appropriato alle nostre esigenze.

03
03: Il livello di gradazione

04
Possiamo anche disabilitare temporaneamente la funzione e riattivarla dal centro notifiche. Richiamando quest’ultimo con uno swype dal basso, troveremo la nuova icona tonda col simbolo del sole e della luna, utile per visualizzare un video o una foto con i colori fedeli.

04
04: Si svolge tutto in automatico

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum