Sempre più voci si uniscono al coro: iPhone 6s uscirà dal recinto degli 8 megapixel per usare un sensore da 12 megapixel per la fotocamera posteriore. Stando ai ben informati in Cina, Apple ha deciso di alzare la risoluzione della sua fotocamera principale al costo della grandezza dei singoli pixel. Per equilibrare questa mancanza conseguente, il sensore scelto farà uso della tecnologia RGBW Coding (Red, Green, Blue, White), il cui pixel bianco aggiuntivo garantisce una migliore resa in condizioni di bassa luminosità: una matrice simile è stata già adottata da Huawei per il suo recente flagship P8.

La fotocamera di iPhone 6
La fotocamera di iPhone 6

Secondo le indiscrezioni ciò non dovrebbe compromette la qualità fotografica che negli anni ha sempre contraddistinto gli iPhone rispetto alla concorrenza, che sfrutta  invece sensori a risoluzione superiore ma che, come nel caso di HTC One M9, non è in grado di offrire immagini e video di qualità altrettanto buona. Non è la prima volta che la stampa orientale parla di un rinnovamento simile del sensore della fotocamera posteriore di iPhone 6s, situazione che dà una certa credibilità a questa possibilità.

iPhone 6
iPhone 6

Apple si è già giocata la carta dell’ampliamento dello schermo per la linea iPhone 6, la cui dimensione base è salita da 4 a 4,7 pollici, e dell’introduzione di una versione da 5,5 pollici. Una fotocamera da 12 megapixel sarebbe l’altro “grande salto” generazionale per gli utenti iPhone. Sin da iPhone 4s (2011), la società di Cupertino ha usato un sensore da 8 megapixel aumentando la dimensione del sensore e quindi dei pixel riuscendo così a migliorare la resa qualitativa.

iPhone 6s e 6s Plus dovrebbero essere annunciati a settembre come da abitudini commerciali di Apple. Ci si aspetta che iOS 9 possa introdurre funzionalità largamente attese come la modalità multi-utente e lo schermo condiviso per le app.