Sembra che Apple stia preparando un lancio davvero record per l’uscita dell'attesissimo iPhone 6s. Il Wall Street Journal riporta infatti che il colosso di Cupertino ha ordinato ai propri fornitori di produrre tra le 85 e 90 milioni di unità dei due modelli del nuovo iPhone (quello da 4,7 e quello da 5,5 pollici) entro il 31 dicembre. Sarà quindi battuto il record di tiratura iniziale dell'iPhone 6 (circa 80 milioni di unità).

Il sito del Wall Street Journal
Il sito del Wall Street Journal

Il nuovo iPhone avrà pressocché lo stesso design della versione precedente e disporrà dell'Apple's Force Touch, tecnologia che può distinguere il tipo di pressione esercitata dalle dita sullo schermo (leggera o profonda) permettendo all'utente di controllare il proprio dispositivo in maniera differente in rapporto a quanto forte si "tappi" sul display (Apple ha aggiunto questa feature anche all'Apple Watch e ai MacBook).

Anche se schermo e risoluzione non dovrebbero differire dal modello precedente, probabilmente sarà introdotto, comunque, un quarto colore a quelli già presenti nell'attuale offerta (argento, oro e grigio).

Il design dell'iPhone non teme confronti
Il design dell'iPhone non teme confronti

Le informazioni sugli ordini di produzione provengono direttamente da fornitori di Apple (Apple – fa sapere il Wall Street Journal – potrebbe modificare gli ordini in base alla domanda effettiva). Hon Hai Precision Industry, noto anche come Foxconn (che è stato a lungo assemblatore principale di Apple) sta reclutando operai alla sua principale base di produzione iPhone a Zhengzhou (Cina centro-settentrionale), anticipando la produzione di massa dei nuovi telefoni già dal mese prossimo.

Tim Cook, CEO di Apple
Tim Cook, CEO di Apple

Com'è noto, Apple tende a rilasciare i nuovi iPhone nel cosiddetto ciclo "tic-tac" (modo di dire colorito, usato anche per il rilascio dei nuovi processori Intel): nell'anno "tic", Apple introduce un cambio sostanziale a livello di design (un display più grande del modello precedente). Nel seguente "tac", ridefinisce il design e, spesso, aggiunge o cambia in maniera significativa l'aspetto software.

Per contribuire a produrre i nuovi telefoni, Apple sta prendendo in considerazione di avvalersi di un ulteriore assemblatore, la Wistron Corp (oltre a Hon Hai e Pegatron Corp già impiegati nello scorso anno). Wistron ha già lavorato per Apple su alcuni iPhone: l'azienda (che ha sede a Taiwan) ha prodotto il modello iPhone 5C l'anno scorso rilevando Pegatron (spostato sulla produzione dell'iPhone 6).

L'eleganza del melafonino
L'eleganza del melafonino

Sarebbe la prima volta che Apple utilizza tre società per assemblare i suoi iPhone. La società di Cupertino, evidentemente, non ritiene molto produttivo puntare esclusivamente su un unico fornitore quando si hanno volumi molto elevati di prodotti che devono raggiungere rapidamente il mercato. Rumors accreditati danno il lancio del prossimo iPhone a settembre. Probabilmente, il giorno eletto per il lancio dovrebbe essere il 18. Restate con noi per sapere ogni futuro sviluppo.