Avete mai visto questo prototipo di iPhone 5S nell’inedita colorazione “Black and Slate“? Le nuove immagini condivise su Twitter da @DongleBookPro questo fine settimana mostrano l’iPhone 5s in una variante di colore “nero e ardesia” mai vista prima. Questo tinta deve essere stata utilizzata – probabilmente – nel tentativo di nascondere il flagship del 2013 durante le fasi iniziali dei test, rendendolo di fatto, più simile all’iPhone 5.

iPhone 5S: una colorazione mai vista prima

Per chi non se lo ricordasse, vi segnaliamo che l’iPhone 5 era disponibile in due colori: “bianco/argento” e “nero/ardesia“. Con l’introduzione dell’iPhone 5s l’anno successivo, Apple ha sostituito la variante ardesia con la classica “grigio siderale“, unitamente alle altre due tinte argento e oro.

Mentre queste immagini potrebbero suggerire che l’azienda avesse preso in considerazione la possibilità di rendere disponibile l’iPhone 5s in nero e ardesia, DongleBookPro afferma che il design di questo prototipo era stato concepito per aiutare a celare l’estetica del nuovo modello mentre il device era ancora in fase prototipale e di sviluppo.

Questa unità assomiglia in tutto e per tutto ad un iPhone 5 ardesia con numerose differenze rispetto alla produzione (parte superiore e inferiore opaca, ad esempio). Il prototipo di iPhone  visto qui è stato prodotto nel dicembre del 2012, tre mesi dopo l’annuncio dell’iPhone 5 e circa nove mesi prima che l’iPhone 5s fosse annunciato ufficialmente il 10 settembre 2013.

Il colore nero e ardesia dell’iPhone 5 era incredibilmente popolare e molte persone hanno chiesto al colosso di Cupertino di riportare in auge la speciale tinta sin dal lancio del nuovo modello. Ad oggi però, tutto tace. Il grigio siderale ha sostituito il nero e l’ardesia nella gamma di colori di Apple. Chi lo sa se, con il ritorno al design squadrato della gamma iPhone 12, non si possa avere anche un ritorno alla colorazione di iPhone “più bella ed iconica di sempre”.

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 5S: tutti i prezzi

Fonte:Twitter Dongle