Secondo quanto ipotizza l’analista di Tianfeng International Ming-Chi Kuo , i nuovi iPhone non disporranno più di una porta Lightning e, stranamente, sembra che non godranno neppure dell’attacco USB C. Quale sarà quindi il connettore del futuro per Apple?

La Lightning è destinata a sparire: quando?

Negli ultimi anni, la maggior parte degli smartphone Android è passata alla USB-C, mentre gli iPhone utilizzano da tempo il connettore Lightning proprietario (dai tempi dell’iPhone 5 del 2012). Si dice da tempo che anche l’iPhone sarebbe passato alla suddetta tecnologia (che però abbiamo su iPad Air 4 e su iPad Pro), ma Ming-Chi Kuo è convinto che non vedremo mai un melafonino con una porta fisica standard.

L’analista afferma che l’interfaccia USB-C non contribuisce alla redditività del progetto “Apple MFi” (ovvero gli accessori originali che fruttano all’azienda una consistente somma di entrate); inoltre,  la resistenza all’acqua di uno smartphone con un tale connettore potrebbe essere inferiore a quella ottenuta con la porta Lightning.

Pertanto, se Apple dovesse abbandonare il connettore proprietario nei suoi smartphone in futuro, non sarà sicuramente a favore della USB-C. Ming-Chi Kuo ritiene che l’azienda potrebbe passare completamente alla ricarica magnetica MagSafe. Sì, stiamo parlando di un iPhone 13 (o 14) senza porte fisiche.

Tuttavia, l’uomo ha aggiunto che nei prossimi anni, i melafonini Apple potrebbero disporre ancora della porta Lightning, poiché la tecnologia MagSafe è ancora agli albori e necessita di essere messa a punto.

La stessa persona ha affermato che l’iPhone SE (2022) di terza generazione non godrà di un nuovo design e / o uno schermo più grande. Lo smartphone si rivolgerà ai fan di questa linea (iPhone 6/7/8) e avrà lo stesso display da 4,7 pollici già visto sui modelli precedenti. I cambiamenti più grandi saranno contestuali al processore aggiornato (Bionic A14 forse) e al supporto per le reti di quinta generazione.

Fonte:News MyDrivers