La nuova gamma di iPhone 2020 potrebbe vedere un lancio dislocato in più fasi; questo è quanto emerge da un rapporto fornito dalla catena di approvvigionamento di Apple. La scorsa settimana, il colosso di Cupertino aveva confermato che la line-up di iPhone 12 sarà in vendita “poche settimane dopo“ rispetto alla solita roadmap a cui siamo abituati. Secondo un nuovo documento invece, sembra che i nuovi modelli saranno distribuiti in due momenti differenti.

iPhone 12: come avverrà la distribuzione?

Ovviamente tale policy aziendale non deve stupire più di tanto né tanto meno meravigliare; iPhone X fu annunciato nel settembre 2017 ma non fu reso disponibile fino a novembre dello stesso anno; pensiamo anche all’iPhone XR, il cui debutto è avvenuto durante il keynote di settembre, mentre la relativa commercializzazione l’abbiamo avuta soltanto il mese successivo. In passato questa era la prassi, fino all’abbandono in favore dell’effetto wow che portava all’acquisto subito dopo la keynote di presentazione. Ma il 2020 ha dettato nuovi paradigmi ed il ritorno al passato potrebbe quindi essere una sorta di scelta obbligata.

Un nuovo rapporto del DigiTimes invece, ci spiega come potrebbe essere la produzione dei componenti di iPhone 12 nell’ultimo trimestre dell’anno; da tale dato risaliamo quindi allo schema di vendita dei melafonini. Si legge infatti:

I produttori di PCB di Taiwan nella catena di fornitura per dispositivi Apple vedranno le loro spedizioni per i nuovi iPhone raggiungere il picco soltanto dopo il quarto trimestre di quest’anno, poiché Apple ha confermato che la sua gamma di iPhone 12 debutterà più tardi del normale lancio previsto a settembre.

MacRumors invece, che ha avuto modo di leggere il rapporto completo, spiega che gli iPhone 12 raggiungeranno gli scaffali (fisici e digitali, n.d.r.) in due momenti differenti:

Apple potrebbe lanciare i suoi iPhone 5G in due fasi, con due modelli da 6,1 pollici nel primo momento e altri due dispositivi da 6,7 ​​e 5,4 pollici, soltanto nel secondo.

Inoltre, sempre secondo MacRumors, i fornitori di schede madri SLP (PCB a substrato) hanno dato il via alle spedizioni, con partenza prevista per fine agosto. Su questa indiscrezione il DigiTimes non sembra esserne convinto.

Se i rumor circa la distribuzione risultassero veritieri, assisteremmo alla commercializzazione di iPhone 12 Max e iPhone 12 Pro in una prima release, mentre iPhone 12 da 5.4” e iPhone 12 Pro Max da 6.7” arriverebbero poco dopo.

Finora sappiamo veramente poco delle reali differenze fra i modelli standard e Pro. Ad oggi è infatti evidente che le varianti Pro avranno quattro tre camere più uno scanner LiDAR, al contrario che le “vanilla edition” disporranno di soltanto due lenti. Non si sa tuttavia, se il 5G sarà presente su tutti i modelli:

Ci sono state segnalazioni contrastanti su quali modelli di iPhone 12 otterranno il modem 5G. In particolare, tutti i modelli riceveranno l’ultra velocità o sarà una feature esclusiva dei modelli Pro? O sarà il mercato di riferimento a scandire l’eventuale presenza del modulo 5G?

Quale sarà la verità?

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 12: tutti i prezzi

Fonte:DigiTimes