iOS 9 cercherà di stare attento alla privacy, ma non solo. Per la prima questione, la funzionalità “proattiva”, ad esempio, non registrerà alcun dato sul cloud di Apple. Ma c’è di più spulciando nella beta 1 di iOS 9, disponibile per gli iscritti al Developer Program. Sembra che una funzione di Safari, il browser preinstallato, permetterà di bloccare certi contenuti, probabilmente le pubblicità e i popup. Lo si evince proprio da un’opzione delle impostazioni di Safari, ancora in sviluppo.

Sembra che nella versione finale ci saranno più opzioni, magari diversi livelli di filtraggio per i contenuti che l’utente non desidera, ma al momento, quando si tocca su "Content blockers", si viene indirizzati a una schermata vuota, dove si legge “nessun contenuto bloccato”. Se ci fossero dubbi, la descrizione della schermata cita: “Il ‘blocca contenuti' influenza quali contenuti vengono caricati usando Safari”. Sembra che la casa di Cupertino, insomma, abbia integrato una funzione simile al celebre AdBlock, estensione per molti browser che blocca i banner pubblicitari.

Contenuti bloccati con Safari
Contenuti bloccati con Safari

Al momento non ci sono ovviamente altre informazioni, considerando che la funzione è stata scoperta dagli utenti. Non è ancora chiaro se tale funzionalità sia aperta agli sviluppatori di terze parti, cioè se anche altri browser potranno integrarla nelle impostazioni, oppure se Apple vorrà tenerla stretta a sé per incentivare l’uso di Safari.

Il rilascio di iOS 9 è previsto a settembre insieme ai nuovi iPhone, di cui però non si è parlato nel corso del keynote durante la Worldwide Developers Conference dell’8 giugno, quando Apple ha trattato approfonditamente le novità della prossima versione e del suo servizio di streaming musicale, Apple Music.