A seguito delle indagini della Guardia di Finanza del comando provinciale di Vicenza sono state denunciate oltre 400 persone per l’utilizzo di un software in grado di intercettare abusivamente i cellulari.
Il programma installato all’insaputa dell'utilizzatore, era in grado di intercettare abusivamente i messaggi sms e le chiamate effettuate da un cellulare reindirizzandoli verso un altro cellulare.
Inoltre, dall’operazione “Spy Phone” è anche emerso che il cellulare così modificato poteva, in alcuni casi, consentire anche intercettazioni "ambientali".