Vodafone Italia chiude il trimestre al 30 giugno 2010 con ricavi da servizi pari a 2.092 milioni di euro, registrando una contrazione del 2,5% (rispetto a giugno 2009), dovuta ad uno scenario macroeconomico ancora incerto che ha condizionato la domanda e i consumi, e da un contesto competitivo caratterizzato da un significativo calo dei prezzi sui servizi tradizionali voce e messaggi.
I volumi totali di traffico voce aumentano a 14,4 miliardi di minuti e i volumi totali di messaggi inviati sono cresciuti del 19,1%. Nel trimestre in esame i ricavi dati e messaggistica hanno raggiunto un’incidenza sui ricavi da servizi mobili pari al 27,3%, registrando una crescita del 3,1%, rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente.

Crescono i ricavi da banda larga mobile e multimedia (+22,1%), spinti dai costanti investimenti sui servizi, sulla qualità della rete e sulla copertura. Cresce la diffusione degli smartphone e della Vodafone Internet Key, grazie al continuo miglioramento delle prestazioni e al lancio di promozioni e iniziative commerciali dedicate (come ad esempio "Più Smart con Vodafone").

I ricavi da rete fissa sono aumentati del 12,3%, raggiungendo 212 milioni di euro, guidati in particolare dalla crescita dei ricavi ADSL, i cui clienti si sono attestati a 1.381.000, con un incremento del 34,7% rispetto al giugno 2009. I clienti di rete fissa sono complessivamente 2.621.000 (+ 9,5% rispetto allo stesso trimestre dello scorso).