Nel fine settimana è giunta direttamente da Apple la conferma di quello che può essere interpretato come un abbandono del modello iMac Pro. Nella pagina del prodotto sullo store ufficiale (in tutto il mondo) è comparso il messaggio Fino a esaurimento scorte relativo alla disponibilità, come si può notare nello screenshot qui sotto.

iMac Pro disponibile solo “Fino a esaurimento scorte”

Via anche tutte le opzioni di upgrade, lasciando come unica possibilità di acquisto la configurazione standard: processore Intel Xeon W 10-core, 32 GB di RAM e SSD da 1 TB al prezzo di 5.599 euro. La mela morsicata ha inoltre reso noto attraverso le pagine del sito MacRumors che una volta terminate le scorte attuali non ne verranno messe a disposizione altre.

L'iMac Pro di Apple disponibile fino a esaurimento scorte

Il motivo di una tale scelta è presto detto: oggi la maggior parte dei clienti preferisce l’iMac da 27 pollici introdotto lo scorso anno con schermo 5K, processori Intel Core i9 di decima generazione, fino a 128 GB di RAM, storage che arriva a 8 TB, diverse opzioni per la scheda video fino al modello AMD Radeon Pro 5700 XT, videocamera 1080p e comparto audio con altoparlanti e microfoni migliorati. Per chi desidera spingersi oltre e ottenere una potenza di calcolo maggiore c’è sempre il Mac Pro.

Restando in tema, alcune voci di corridoio circolate a fine febbraio vorrebbero in arrivo entro l’anno nuovi iMac colorati e un Mac Pro Mini con chip Apple Silicon, un ennesimo step nel percorso di transizione che vedrà il gruppo di Cupertino abbandonare definitivamente i processori Intel entro il prossimo anno per quanto concerne i computer della linea Mac.