Vivo non è un brand molto noto dalle nostre parti, ma qualche mese fa ha fatto parlare di sé per aver realizzato uno degli smartphone più sottili al mondo: l’X5 Max, spesso solo 4,75 mm. Ora si torna a parlare dei suoi prodotti grazie ad una innovazione tecnologica ancora inusuale nei cellulari: il riconoscimento dell’iride.

Vivo X5 Pro - scansione della retina
Vivo X5 Pro – scansione della retina

Il prossimo device di quest’azienda cinese – denominato X5 Pro – avrà infatti integrata una tecnologia attraverso la quale potrà riconoscere il legittimo proprietario semplicemente scansoniando la retina dentro il suo bulbo oculare. La stessa azienda produttrice l’ha confermato proprio ieri. Non si tratta propriamente di una novità – un sistema pressoché identico è già stato mostrato sullo Grand S3 di ZTE e anche Fujitsu sta lavorando a qualcosa di simile – ma di certo è un elemento interessante che, basandosi sulla mappatura dei vasi sanguigni all’interno dell’occhio, potrebbe davvero rivoluzionare il modo di intendere la sicurezza sui dispositivi portatili. Vivo infatti pare sia intenzionata a puntare su questa trovata hi-tech come alternativa di qualità superiore al sistema di scansione dell’impronta digitale.

Per il momento di questo nuovo smartphone non si conoscono tutti i particolari. Il Vivo X5 Pro dovrebbe essere un phablet con schermo da circa 6 pollici, schermo leggermente curvo (2.5D), connettore USB Type C e corpo in metallo. Dentro il suo chassis troveranno spazio probabilmente un processore Qualcomm Snapdragon 615 (con tecnologia a 64bit) e 3GB di RAM, alimentati da una batteria notevole che potrebbe arrivare sino a 3.500 mAh. Un’altra caratteristica interessante del device sarà la capacità di creare un autoscatto con risoluzione sino a 32 megapixel grazie ad un sistema di interpolazione dei dati catturati dal sensore della fotocamera frontale – lo stesso sensore che si occupa di acquisire i dati (le immagini) ai fini del riconoscimento dell’iride.

Vivo dovrebbe iniziare a vendere l’X5 Pro a partire da maggio, dunque si attende il suo annuncio ufficiale a breve.