Dopo l’acquisizione della divisione mobile di Nokia da parte di Microsoft, l’azienda finlandese è rimasta prevalentemente impegnata nell’ambito delle mappe e dei sistemi di navigazione assistita nel mercato consumer, in particolare con il navigatore Here Maps. L’app, pressoché nativa sui dispositivi Windows Phone, ha recentemente debuttato su Android, andando a scontrarsi con una delle attività più strategiche dell’azienda di Mountain View: Google Maps. Contemporaneamente, però, Nokia ha rivisto l’app per iOS, avvolgendone lo sviluppo in un alone di mistero.

Nokia Here
Nokia Here

L’app era stata tolta dallo store Apple per alcuni problemi tecnici. Al termine della revisione, la società finlandese si ritiene soddisfatta ed ha deciso di renderla nuovamente disponibile sull’App Store.

Il risultato è ora sufficientemente buono per permettere agli utenti Apple di preferirlo a Google Maps o per abbandonare le stesse mappe di Apple? Nokia ha migliorato in modo significativo i dati relativi ai trasporti pubblici e all’aggiornamento sul traffico in tempo reale. Usando Here Drive, finché si ha a disposizione una connessione dati (o WiFi), l’app aggiorna automaticamente i ritardi dovuti al traffico (questo però soltanto nelle 44 nazioni contemplate dal servizio: l’Italia è tra queste). Al pari di Google Maps, Nokia fornisce in tempo reale i dati di trasporto pubblico (attualmente in 950 città in oltre 50 paesi), che permette di pianificare il viaggio senza la necessità di controllare autonomamente gli orari degli autobus o dei treni.

Nokia Here
Nokia Here

 

Su Android, Nokia deve confrontarsi con tutta la potenza di Google. Su iPhone, invece, deve fare i conti sia con il gigante della ricerca che con l’app preinstallata di Apple. Anche se le mappe di Nokia sono ormai allineate a quelle di Google, sulla ricerca pura (ristoranti, attività ecc) quest’ultimo esce il più delle volte vincitore. Il "Turn-by-turn" di Nokia, le istruzioni vocali impartite per esempio mentre si è alla guida, è invece eccellente. L'applicazione fornisce indicazioni e tracciati stradali semplici. Here Maps è anche in grado di segnalare e avvisare del limite di velocità sulle strade che vengono percorse

La principale differenza tra Here Maps e le applicazioni di Google ed Apple è nell'inclusione di una vera navigazione offline. A differenza di Google Maps, che consente agli utenti di salvare piccole istantanee di una porzione di territorio, Nokia offre mappe per centinaia di paesi (o addirittura interi continenti) che possono essere usate in assenza della connessione dati.

Nokia Here
Nokia Here

 

Si tratta di un notevole punto di forza, in special modo se si desidera viaggiare in terre sconosciute e straniere dove il roaming dati è costoso, tenendo conto che ciò si ripercuoterà inevitabilmente sulla memoria del dispositivo. La mappa dell'Europa, ad esempio, richiede 9,3 GB di spazio. Quella dell’Italia è di poco superiore ad 1 GB.

L’aspetto interessante delle mappe offline è che consentono di scoprire nuovi posti, ad esempio per pranzare in una città in cui non si è mai stati. Non ci sono aggiornamenti sul traffico, ma sulla navigazione offline Nokia è in grado di stracciare le sue rivali.

 

Nel frattempo, infine, l'azienda finlandese progetta anche il suo ritorno nel mercato dei device consumer: niente più Windows Phone, però, bensì Android a tutto spiano. Il tablet N1, il primo esempio di questo trend, era anche in mostra al MWC 2015: l'abbiamo potuto provare per qualche minuto, e sulla carta pare un apparecchio davvero molto interessante. Purtroppo per ora non arriverà in Europa.