Nel pomeriggio londinese Huawei, sotto le spoglie del suo marchio Honor, ha annunciato la entrata in commercio anche in Europa del suo Honor 7: uno smartphone IPS da 5,2 pollici con processore Kirin 935 che arriva in commercio a un prezzo molto interessante, 349 euro, anche in considerazione della costruzione e della dotazione da primo della classe. Per chi deciderà di acquistare subito lo smartphone, inoltre, Honor ha riservato uno sconto ulteriore di 50 euro sul prezzo portandolo a 299 euro: ma solo fino al 31 agosto.

Honor 7 (Mystery Grey)
Honor 7 (Mystery Grey)

Honor 7 (Fantasy Silver)
Honor 7 (Fantasy Silver)

Il marchio Honor è in crescita: le previsioni per la fine dell’anno fissano a 5 miliardi di dollari il fatturato, mentre dall'inizio del 2015 sono già stati venduti 20 milioni di terminali a livello globale. Non male per un prodotto venduto esclusivamente online che, come ci spiega il vicepresidente della divisione device di Huawei Jie Jinjin, punta a un preciso pubblico di riferimento: quello costituito da giovani utenti in cerca di un prodotto dalle caratteristiche tipiche della fascia alta ma con un prezzo inferiore, a cui non manchi nulla e che si profondamente votato alla multimedialità e alla condivisione. "Honor è un marchio in costante crescita ed evoluzione – ci ha detto nel corso di una breve intervista a margine della presentazione – e, grazie alla cultura aziendale che mette il cliente al centro di tutto, la direzione impressa allo sviluppo dei prodotti punta ad andare incontro ai consigli e al feedback ricevuto dagli utenti".

 

Lo chassis del nuovo Honor 7 non è differente dalla versione presentata qualche settimana fa in Cina: completamente in metallo con una finitura ceramica, che dovrebbe tenere le impronte digitali lontane dalla sua superficie, la costruzione è analoga o quantomeno molto simile a quella dell'altra ammiraglia di casa, il P8. Significativa la presenza di un lettore di impronte digitali sul posteriore, appena sotto la fotocamera principale, e Honor rassicura sulla precisione e la facilità d'uso del sensore scelto: dovrebbe bastare mezzo secondo per il riconoscimento e lo sblocco dell'unità.

Honor 7 (Mystery Grey)
Honor 7 (Mystery Grey)

Come detto il processore montato è un Kirin 935: octa-core 64bit da 2,2GHz con 3GB di RAM a bordo (16GB lo spazio storage) e GPU Mai T628MP4, che viste le performance del P8 che monta lo stesso SoC non dovrebbero assolutamente far rimpiangere prodotti più costosi o le CPU di altri produttori. La batteria da 3.100mAh, inoltre, dovrebbe essere esaltata nelle sue performance dall'Honor 7: il processore HiSilicon è molto attento ai consumi, e la presenza di uno chassis in metallo mette anche al riparo da eventuali problemi di surriscaldamento. Disponibile anche il fast-charging, ma con un caricabatteria venduto a parte.

Come praticamente tutti gli altri Honor, anche l'Honor 7 è un dual-SIM: in questo caso la scelta è caduta su un unico vassoio in cui inserire, in alternativa, due nano-SIM o una nano-SIM e una scheda microSD. Naturalmente Honor 7 è un dispositivo LTE, con supporto a 5 diverse bande 4G, e monta anche un chip WiFi dual-band compatibile con gli standard 802.11 a/b/b/n/ac. Le dimensioni dell'unità sono pari a 143,2×71,9×8,5mm per 157 grammi: non è sottilissimo, non arriva allo spessore record del P8, ma si fa perdonare grazie alla batteria più capiente. Da segnalare l'adozione di un vetro Gorilla Glass 3 sull'anteriore e una protezione in vetro zaffiro per la fotocamera posteriore.

Honor 7 (Mystery Grey)
Honor 7 (Mystery Grey)

Il reparto che però più di altri dovrebbe attirare l'attenzione degli utenti è quello multimediale: fotocamera posteriore da 20 megapixel con sensore Sony IMX230 a quattro colori (RGBW), messa a fuoco a rilevazione di fase quindi particolarmente rapida accoppiata a una lente f/2,0 e ovviamente doppio flash LED. Manca, a differenza del P8, la stabilizzazione ottica (OIS). Le prestazioni, anche in condizione di luce scarsa, dovrebbero essere di buon livello, e lo stesso si può dire per la fotocamera anteriore da 8 megapixel con flash LED e lente grandangolare f/2,4. Sull'Honor 7 si ritrovano anche le funzioni di Light Painting viste a bordo del P8, segno che l'azienda cinese punta molto su questa tecnologia fotografica: i megapixel aggiuntivi potranno solo esaltare queste feature.

Honor 7 (Mystery Grey)
Honor 7 (Mystery Grey)

La EMUI 3.1 e Android 5.0 lavorano di concerto anche con lo smart key: un tasto piazzato sul lato sinistro del device che svolge diversi compiti come ad esempio la scorciatoia per richiamare la ricerca Google. In più il dispositivo è stato dotato delle stesse capacità di ascolto del proprietario per essere rintracciato: scelto il nome del proprio apparecchio lo si può "chiamare" per farlo squillare e rintracciarlo anche quando si è perso tra i cuscini del divano o tra le carte della scrivania.

Honor 7 (Mystery Grey)
Honor 7 (Mystery Grey)

In contemporanea con l'annuncio della disponibilità dell'Honor 7, Huawei ha anche ufficialmente inaugurato il suo markteplace ufficiale Vmall.eu (che è già online da qualche ora): sarà attraverso questo canale che i clienti potranno acquistare da subito il nuovo smartphone al prezzo annunciato, come già detto 349 euro, nei colori Mystery Grey e Fantasy Silver. L'Italia sarà uno dei paesi in cui Honor 7 sarà disponibile da subito: come anticipato, Huawei effettuerà sconti speciali e offerte per vendite flash su questo canale diretto con i suoi clienti, e il neonato Honor 7 non fa eccezione. Vmall è l'occasione, come ribadito da Jie Jinjin al termine dell'intervista rilasciata a Telefonino.net, di entrare in contatto diretto con i propri clienti: e la crescita costante del volume d'affari dell'ecommerce dimostra, conclude, che il pubblico apprezza e gradisce questo approccio da parte dell'azienda.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum