La scelta di LG di dotare il G4 di un SoC exa-core SnapDragon 808 di Qualcomm ha sollevato più di un dubbio tra gli addetti ai lavori. LG ha difeso la scelta, dichiarando che non si tratta di un ridimensionamento rispetto all’adozione del più potente 810 di Qualcomm che LG stessa per prima ha adottato sul suo G Flex 2. Puntuali arrivano però i primi benchmark, grazie al lavoro di GSMArena e di PhoneArena, che in sostanza confermano da una parte le dichiarazioni di LG e dall’altra quelle degli osservatori più critici.

Come possiamo vedere dai risultati sottostanti, a livello di prestazioni il G4 di LG si colloca nella gamma dei dispositivi di fascia medio-alta, ma non è in grado di impensierire i suoi diretti concorrenti: ovvero il Galaxy S6 di Samsung, l’HTC One M9 e l’iPhone 6 di Apple. In ogni caso, il G4 batte il suo predecessore G3.

I benchmark del LG G4
I benchmark del LG G4 (fonte: PhoneArena.com)

Circa la CPU, le cui prestazioni sono essenzialmente messe alla prova dai test Vellamo e Basemark OS 2, possiamo vedere che la CPU dello SnapDragon 808 riesce persino a battere quella dello SnapDragon 810 dell’HTC One M9, avvicinandosi (ma non troppo) alla CPU dell’Exynos 7420 a bordo del Samsung Galaxy S6, in queste prove risultate la più veloce. Anche se lo SnapDragon 808 monta due core Cortex-A57, mentre SnapDragon 810 ed Exynos 7420 ne hanno quattro, l’808 si comporta meglio del previsto. Questo suggerisce che i produttori possano ricavare migliori prestazioni spremendo la CPU del più umile 808 piuttosto che dal più potente 810, più potente ma spesso vittima di compromessi che ne limitano il potenziale. Inutile dire che altri terminali vengono surclassati, anche se si tratta di smartphone di fascia “medio-alta”. Il divario con la fascia "altissima" si nota tutto, però.

Sul piano delle prestazioni della grafica 3D, che sono valutate dai test AnTuTu e GFXBench, il G4 si colloca leggermente al di sotto del Samsung Galaxy Note 4. Si tratta di un risultato piuttosto deludente per uno smartphone di punta del 2015, ma che può facilmente essere spiegato: lo Snapdragon 810, punta di diamante ni benchmark delle prestazioni 3D, ha una unità grafica killer, la Adreno 430, capace di doppiare la più umile Adreno 418 GPU a bordo del G4 nel test di rendering GFXBench. C’è da dire anche però che nel caso dell’HTC One M9 la GPU Adreno 430 alimenta un display 1080p, mentre il G4 è un dispositivo con risoluzione 2K. A parità di pixel, i risultati sarebbero senz’altro diversi.

A livello di prestazioni complessive del sistema, delle quali il test AnTuTu riesce a fornire una buona valutazione, il G4 di LG si dimostra al di sotto delle aspettative per uno smartphone di punta. I risultati lo collocano appena sopra quelli dello Snapdragon 805 integrato nel Galaxy 4 Note, molto al di sotto di quelli dello Snapdragon 810 dell’HTC One M9, secondo solo all’Exynos 7420 a bordo del Galaxy S6.

LG G4
LG G4

Come già anticipato, se dovessimo giudicare il G4 dalle prestazioni del SoC dovremmo concludere che si tratti di un costoso dispositivo di fascia medio-alta. C’è da dire però che sono pochi gli utenti esclusivamente interessati alle sole prestazioni. Se ci si concentra sull’estetica, sulla funzionalità, sulle doti fotografiche e sulla luminosità e sui colori del display, il G4 ha tutti i requisiti per soddisfare le esigenze degli utenti più esigenti: c’è da scommettere che si tratti di un dispositivo che piacerà molto agli utenti, sia per la qualità della fotocamera, sia per il display che per il design inusuale.

Resta da capire quanto questa differenza in termini di prestazioni condizioni effettivamente la vita di tutti i giorni: oltre alla citata CPU, il G4 dispone anche di 3GB di RAM LPDDR3 e memoria dedicata per la grafica, dotazione di tutto rispetto che non sempre i benchmark sono in grado di valutare in modo puntuale.

Le migliori offerte di oggi per LG G4: tutti i prezzi