Per Huawei aprile è il mese delle grandi presentazioni. Dopo la linea ammiraglia dei suoi nuovi smartphone, l’azienda cinese ha lanciato il suo primo modello di visore per la realtà virtuale. L’apparecchio – che ha preso il nome di Huawei VR – entra dunque in diretta competizione con il Samsung Gear VR, dal momento che è concepito per lavorare accoppiato ad un dispositivo portatile, come lo smartphone, anziché ad un computer desktop, come invece accade per l’HTC Vive e l’Oculus Rift.

Huawei VR
Huawei VR

I device con cui questo nuovo visore può essere accoppiato sono ovviamente gli ultimi presentati da Huawei, ossia il P9 e il P9 Plus, e il phablet Mate 8. Va detto, tuttavia, che questi tre dispositivi presentano una risoluzione Full HD (1080 x 1920 pixel) che forse non è il massimo per le applicazioni di realtà virtuale.

Huawei VR
Huawei VR

Come tutti i visori di questo tipo, anche lo Huwaei VR è formato da una specie di mascherone in plastica da indossare sugli occhi e un paio di fasce elastiche da allungare dietro la testa. La parte frontale della maschera presenta uno sportello rimovibile (di plastica scura ma trasparente), levando il quale è possibile incastrare lo smartphone giusto davanti alle lenti – che peraltro dispongono di un filtro anti luce blu. La connettività con lo smartphone è garantita da un connettore USB di tipo C (maschio).

Huawei VR
Huawei VR

La regolazione del fuoco avviene muovendo una rotella posta nella parte superiore del visore. Se si esclude il coperchio e la parte morbida che aderisce alla faccia (che sembra essere fatta di tessuto), il resto del dispositivo è di colore bianco. Sul fianco sinistro dello Huwaei VR è stato stampigliato il logo, mentre sulla parte destra i designer hanno deciso di integrare due tasti per aumentare o diminuire il volume, un pannello touch e un altro tasto per la funzione “Back”. La regolazione delle due fasce che tengono fermo il dispositivo sulla testa dell’utente è gestita da chiusure a velcro.

Huawei VR
Huawei VR

Una caratteristica interessante di questo visore è la possibilità di erogare suono a 360 gradi. Per quanto riguarda la visualizzazione delle immagini, invece, offre un campo visivo largo 95° – esattamente come il suo diretto concorrente, il Samsung Gear VR. Sin dalla fase di lancio il dispositivo avrà a disposizione un ricco parco di contenuti; Huawei infatti ha dichiarato di avere pronti già più 4.000 film compatibili, 40 videogame, 150 tour virtuali di tipo panoramico e più di 350 immagini panoramiche in cui immergersi. Il tutto peraltro gratuito per gli utenti.

Huawei VR
Huawei VR

Al momento non ci sono informazioni riguardo il prezzo di vendita dello Huawei VR. Non si conosce nemmeno la data in cui inizierà la sua commercializzazione. Ma vi terremo comunque aggiornati in merito.

Huawei VR
Huawei VR