La vera ricarica wireless è stata a lungo annunciata e classificata come una “tecnologia del futuro” e consentirà ai telefoni di ricaricarsi senza aver bisogno di posizionarli su un pad per la ricarica o senza necessità di un cavo. In questo senso, Huawei sembra intenzionata a portarla a breve sul mercato: ecco quando potremmo vederla.

Huawei: come funzionerà la ricarica laser?

Finalmente, anche il costruttore cinese Huawei si è unito alla pletora di produttori che hanno intenzione di portar a breve la ricarica wireless a lunga gittata sul mercato mondiale. La scorsa settimana infatti, il gigante della tecnologia cinese ha affermato che questa nuova tecnologia consentirebbe a più utenti aventi più dispositivi (supportati) di caricarsi grazie ad un unico modulo wireless presente nella stanza.

Inoltre, sembra che questa tecnologia possa essere utilizzata per la ricarica a media e lunga distanza dei device; dai telefoni ai droni, osserva Huawei. In teoria, questo potrebbe portare all’utilizzo del gadget senza un’interruzione di carica, anche se ci chiediamo come possa non deteriorarsi la batteria se questa si trova costantemente nello stato di carica. La soluzione di charge laser sembra includere anche una funzione di sicurezza che rileva gli occhi nel percorso laser ed interrompe la ricarica per proteggere persone o animali domestici.

Huawei ha dichiarato ad Android Authority che è necessario disporre di un sensore specifico sui dispositivi, i quali devono essere caricati tramite questo metodo. La società ha spiegato, infatti: “Immaginate il recettore come simile a una cella solare in miniatura“, ricordando le calcolatrici a energia solare.

L’azienda ha aggiunto che deve determinare una velocità di ricarica e il numero massimo di dispositivi che potranno beneficiare in simultanea. In altre parole, anche se la compagnia è intenzionata a portarla a breve sul mercato, in realtà ipotizziamo che debbano passare diversi mesi (se non anni) prima di vedere un prototipo realmente funzionante. Quando dovremmo attenderla? Huawei ha così risposto:

Si stima che probabilmente sarà nei telefoni da due a tre generazioni da ora.

Sembra che l’attesa sia ancora molto lunga, ma potrebbe rivelarsi una killer feature se l’azienda risolverà tutte le principali sfide di usabilità e i problemi che possono incorrere.

Fonte:YouTube Huawei USA