In occasione del lancio di Huawei Mate 40 Pro, il colosso cinese ha anche annunciato una serie di accessori e novità software. Fra queste, spiccano Petal Maps e Petal Docs. Ecco di cosa si tratta.

Huawei Petal Maps e Docs: ecco di cosa si tratta

Petal Maps è sostanzialmente l’alternativa a Google Maps, per smartphone Huawei HMS. Un sistema completo, che permette di consultare mappe, verificare la propria posizione, ricercare dei luoghi e anche navigare verso le destinazioni scelte. Inoltre, nelle 129 città supportate, sarà possibile anche controllare in tempo reale la situazione dei trasporti pubblici. Infine, grazie alla compatibilità con le Smart Gesture (gesture senza contatto) appena introdotte per la gamma Mate 40, sarà possibile gestire Petal Maps senza – di fatto – toccare lo smartphone. Disponibile già in 79 lingue, l’italiano rientra fra queste, permettendo da subito di poter sfruttare al meglio il servizio.

Huawei Docs è un servizio pensato per lavorare in cloud avendo sempre gli strumenti giusti a disposizione: quindi possibilità di visualizzare e modificare documenti nei principali formati (come DOC, PPT, PDF e altri 50 formati), senza preoccuparsi di dover salvare in locale. Non solo le modifiche vengono salvate e sincronizzate automaticamente in cloud, ma è anche possibile che più utenti lavorino contemporaneamente allo stesso documento. Per iniziare, il servizio, palese rivale di quello offerto da Google, sarà fruibile in 50 paesi.

Petal Maps è disponibile beta su AppGallery, per smartphone Huawei HMS. L’edizione stabile sarà inserita nella suite di applicazioni preinstallate sui terminali HMS del colosso cinese, contestualmente con il rollout di EMUI 11 sugli stessi.

Huawei Docs sarà fruibile su tutti i terminali Huawei HMS aggiornati ad EMUI 11, a partire dai nuovissimi Mate 40.