Huawei non costruirà automobili, ma aiuterà le case automobilistiche esterne realizzando oltre 30 componenti intelligenti. Questo è quanto si apprende in queste ore da un annuncio fatto dal dirigente della compagnia cinese.

Huawei entra nel settore automotive, ma a modo suo

All’inizio di oggi, Huawei ha annunciato il suo rapporto finanziario per lo scorso anno e ha rivelato la sua modesta crescita del 3,2% degli utili netti nel 2020. La società ha anche affrontato le recenti voci riguardo al suo lavoro sulla costruzione della propria auto, specificando che sono mere speculazioni e notizie assolutamente non veritiere.

Secondo il gigante tecnologico cinese, l’azienda starebbe lavorando su veicoli connessi intelligenti, ma non starebbe costruendo la propria auto. Piuttosto, aiuterà altri produttori di automobili nella costruzione di auto smart e iper connesse. Inoltre, la compagnia asiatica ha specificato che avrebbe lavorato allo sviluppo delle tecnologie informatiche e di comunicazione di prossima generazione. Questi prodotti saranno utilizzati nei nuovi veicoli smart, con la società che prevede di lanciare più di 30 componenti di ultima generazione.

Questi componenti verranno lanciati presto e arriveranno uno dopo l’altro. La società ha inoltre annunciato di voler collaborare con più di 20 produttori di hardware e 280 fornitori di applicazioni. In particolare, ha anche dichiarato che lancerà presto il suo proprietario HarmonyOS (noto anche come HongMengOS in Cina) per smartphone. Al momento, HMS (Huawei Mobile Services) è anche il terzo più grande ecosistema di applicazioni mobili al mondo.

Per chi non lo sapesse, l’azienda punta a sfruttare la propria esperienza in materia di comunicazioni e servizi mobili. In precedenza avevamo anche riferito della società che stava lavorando alla sua soluzione per l’industria automobilistica, ovvero la famosa HiCar. In realtà, sembra che ci siamo sbagliati tutti: più che costruire una vettura da zero, il brand di Ren Zhengfei intende aiutare i costruttori di automotive a render le loro macchine sempre più intelligenti e in linea con i trend moderni.

Fonte:Gizmochina