La fuga di notizie di oggi ci ha permesso di dare una prima occhiata a quello che sarà il design del nuovo tablet di casa Huawei, il MatePad Pro 2. La foto mostra cornici ultra-sottili e sappiamo che sarà alimentato dal chipset HiSilicon Kirin 9000/9000E.

Huawei MatePad Pro 2: cosa sappiamo?

La compagnia ha confermato che l'azienda lancerà il suo tablet di prossima generazione, MatePad Pro 2, il 2 giugno in Cina, e verrà fornito con HarmonyOS e con il supporto per lo stilo M-Pencil di seconda generazione.

Ora, prima del lancio, è trapelato online un rendering del tablet in arrivo, e ha rivelato che il dispositivo verrà fornito con cornici ultra-sottili. Ma tenete presente che l'autenticità dell'indiscrezione non è stata ancora confermata.

Huawei MatePad Pro 2

Un altro rapporto proveniente dalla Cina (precisamente dal noto tipster Digital Chat Station su Weibo) afferma che Huawei MatePad Pro 2 sarà disponibile in due varianti basate su due diversi processori mobili: stiamo parlando dell'HiSilicon Kirin 9000 e del Kirin 9000E. Il primo modello sarà solo Wi-Fi mentre il secondo godrà della compatibilità con la connettività 5G.

Huawei MatePad Pro 2

Rapporti precedenti indicano che il terminale sarà disponibile in due dimensioni: una avente una dimensione dello schermo di 12,2 pollici (o 12,6 pollici) e una avente un pannello da 10,8 pollici circa.

Per chi non lo sapesse, il MatePad Pro originale sfoggiava uno schermo più piccolo da 10,8 pollici. Sfortunatamente, non ci sono molti dati disponibili sul tipo di pannello che verrà utilizzato ma il suo predecessore ha un pannello LCD, quindi è lecito aspettarci che anche il nuovo modello possa avere la stessa tecnologia ma con una frequenza di aggiornamento più elevata, feature che mancava al tablet più vecchio. Inoltre, c'è la possibilità di vedere un display OLED, ma su questo non ne siamo particolarmente sicuri.

Insieme a MatePad Pro 2, il colosso tecnologico cinese è anche pronto a lanciare alcuni altri dispositivi, tra cui il Watch 3, che arriverà anch'esso con il software HarmonyOS.

Fonte:Gizmochina