Poche ore fa è apparso in Rete il teardown del Huawei Mate 40 Pro: ecco cosa abbiamo scoperto.

Huawei Mate 40 Pro all’interno

Per la gioia degli appassionati, un blog tecnologico cinese ha effettuato lo smontaggio dell’Huawei Mate 40 Pro, che mostra – innanzitutto – come il telefono della compagnia asiatica sia modulare all’interno.

Dall’immagine di seguito è possibile vedere la scheda principale, la bobina di ricarica wireless, la batteria da 4.400 mAh, il connettore USB-C e le fotocamere.

.

Inoltre, è possibile notare come la cam principale e l’ultrawide siano collegate, mentre il sensore con zoom periscopico 5x ha il proprio alloggiamento indipendente.

Dallo smontaggio risulta che quasi tutti i componenti dell’Huawei Mate 40 Pro sono, come detto poche righe più sopra, modulari e possono essere sostituite indipendentemente. La batteria, ad esempio, può essere cambiata rapidamente tirando la linguetta dopo aver rimosso la cover posteriore, il telaio centrale e il cavo: in buona sostanza, il design dell’Huawei Mate 40 Pro permette una agevole manutenzione. Tuttavia, per mantenere la garanzia, è meglio rivolgersi ad un professionista se si ha bisogno di assistenza per il telefono.

Ricordiamo che il Mate 40 Pro è arrivato in Italia ieri ed è disponibile al pre-order al prezzo consigliato al pubblico è di 1249€. Ma cosa piace di questo dispositivo? Innanzitutto, Iìil Mate 40 Pro vanta le migliori innovazioni tecnologiche presenti sul mercato, come il processore a 5 nanometri, il Kirin 9000 di HiSilicon predisposto per tutte le reti 5G.

Rilevante anche il comparto fotografico d’eccellenza di questo dispositivo che, grazie al sistema di fotocamere Leica, è in grado di scattare ottime fotografie e video di qualità elevata:

  • Camera principale da 50MP (Ultra Vision Camera) con apertura focale f/1.9;
  • Sensore ultra grandangolare da 20MP (apertura f/1.8);
  • Teleobiettivo da 12MP, in grado di garantire zoom ottico fino a 5X e provvisto di stabilizzatore ottico.
Fonte:gsmarena