Da quando è stato reso effettivo il ban di Huawei circa due anni fa, il business degli smartphone dell’azienda è andato in calo. L’azienda non nega l’effetto del divieto degli Stati Uniti sulla sua attività di smartphone. In effetti, un alto dirigente dell’azienda ha ammesso che – attualmente – la compagnia sta solo cercando di sopravvivere.

Huawei: pochissimi dispositivi in magazzino

Secondo i rapporti dalla Cina, gli smartphone Huawei non sono più disponibili in Cina. Quando un cliente gli ha chiesto dove si possa trovare uno smartphone Huawei, un negozio autorizzato nel distretto di Pechino ha comunicato: “Non è solo il nostro negozio ad essere esaurito. Se vai in altri negozi a Pechino, o in tutto il Paese, la situazione è simile ”.

Dopo una serie di verifiche e dopo che i colleghi di altre testate asiatiche hanno visitato diversi negozi autorizzati Huawei nei distretti e nelle contee, si può affermare che la situazione è reale. Ci sono fondamentalmente solo due o tre modelli in magazzino e alcuni negozi hanno persino un solo modello. In effetti, il numero di azioni è molto basso.

Il CEO del settore consumer di Huawei, Yu Chengdong, ha dichiarato: “In meno di due anni, gli Stati Uniti hanno imposto quattro round di sanzioni a Huawei. L’azienda si trova in un dilemma estremo e non può essere spedita. I prodotti di fascia alta sono dati principalmente ad Apple ”.

Allo stesso tempo, Yu Chengdong ha inoltre spiegato che “la quota di mercato dei telefoni cellulari e dei tablet di fascia alta di Huawei in Cina è ora presa da Apple. Per la quota di fascia media e bassa, Oppo, Vivo e Xiaomi lo rivendicano. La nostra quota di mercato globale è stata divisa tra Samsung, Apple e alcuni produttori cinesi ”.

Secondo IDC, la spedizione del primo trimestre ha raggiunto 346 milioni di unità. Si tratta di un aumento del 25,5% su base annua. Per la prima volta in molti anni, Huawei non è tra i primi cinque. Nel mercato cinese, un rapporto di Canalys mostra che le vendite stanno ora riprendendo, ma sembra che tutto ciò non basti. Il mercato è ora al livello del primo trimestre del 2019. Nel primo trimestre del 2021, le spedizioni di smartphone hanno raggiunto i 92,4 milioni di unità, con un aumento del 27% su base annua.

Tuttavia, Huawei è al terzo posto con una spedizione di soli 14,9 milioni di unità. Honor, dopo la vendita, è al sesto posto con quasi 5 milioni di unità. Huawei è sempre stata in cima al mercato cinese degli smartphone. Tuttavia, si presume che la sua quota sia destinata a scendere inesorabilmente.

Fonte:Gizchina