Huawei ha appena annunciato su Weibo la messa in produzione del suo nuovissimo chipset HiSilicon Kirin 810 SoC, un chip che verrà utilizzato negli smartphone mid-range (primo fra tutti il Huawei Nova 5) ma che integra caratteristiche che solitamente ritroviamo sui SoC di fascia alta. Si tratta del primo sistema su circuito integrato di fascia media basato su processo produttivo a 7 nanometri, lo stesso dell’ammiraglia Kirin 980 e lo stesso utilizzato da chip come Snapdragon 855 ed Apple A12 Bionic. Secondo le specifiche annunciate da Huawei, il processore HiSilicon Kirin 810 SoC andrà a collocarsi come diretto rivale del Qualcomm Snapdragon 730.

Prestazioni da flagship

Il SoC presenta una CPU octa-core e una GPU Mali-G52 MP6. La CPU è composta da due core ARM Cortex-A76 ad alte prestazioni con clock a 2,27 GHz e sei core ARM Cortex-A55 più piccoli con frequenza di aggiornamento a 1,88 GHz. Per quanto riguarda la GPU, Huawei promette prestazioni migliorate di circa il 162% di rispetto all’ultima generazione di chipset Kirin 710. Il nuovo Kirin 810, in base ai risultati ottenuti su Geekbench, garantisce prestazioni single-core migliori del +11% e multi-core del +13% rispetto allo Snapdragon 730 ad 8 nm.

Dal canto suo, dal punto di vista grafico, la GPU Mali-G52 MP6 dovrebbe performare meglio dell’Adreno 618 e dell’SD730. Su GFXBench, il test Manhattan 1080p ha evidenziato un frame rate della GPU il 44% superiore allo Snapdragon 730 e il 15% migliore nel test T-Rex 1080p.

Il processore supporta inoltre la tecnologia Kirin Gaming+, presentata inizialmente con l’Honor View 20, che consente di ottimizzare i tempi di trasferimento fra CPU, GPU e memoria per offrire un’esperienza gaming più coinvolgente.

Tra le armi segrete del Kirin 810 è la nuova NPU con architettura Huawei Da Vinci basata sulla Rubik’s Cube Quantitative Stereo Arithmetic Unit. Il punteggio di 32.280 punti ottenuti nei benchmark AI risultano addirittura superiori a quelli dello Snapdragon 855 e del MediaTek Helio P90.

Altro fiore all’occhiello del Kirin 810 il nuovo sistema IVP+ISP che dovrebbe garantire capacità di imaging da flagship andando a migliorare le unità di processamento dei pixel, presentando un algoritmo migliorato per il bilanciamento del bianco e una riduzione del rumore in RAW. Le prestazioni con poca luce sono paragonabili a quelle offerte dallo Spectra 350 dello Snap 730. Il Kirin 810 offre infine il supporto Dual VoLTE.

Fonte:Weibo