Secondo quanto riferito, Honor starebbe lavorando su un nuovo smartphone alimentato dal SoC Snapdragon 888 Pro. Di fatto, questo chipset (ancora non annunciato) sarà il processore di fascia alta per tutti i device futuri che usciranno nella seconda metà dell'anno corrente.

Honor: al lavoro su un super smartphone

Non di meno, l'attuale Snapdragon 888 disponibile in questo momento alimenta la maggior parte dei telefoni di punta lanciati quest'anno. Recentemente, è stato riferito che alcune aziende cinesi stessero lavorando su gadget alimentati dal chipset Snapdragon 888 Pro senza preavviso.

Ora, un nuovo rapporto di Digital Chat Station ha appena rivelato che il nuovo produttore di smartphone indipendente Honor è una di quelle aziende che stanno lavorando su uno telefono che sarà alimentato dal SoC Qualcomm di punta.

honor 888

Si noti che il marchio Honor non ha ancora rilasciato nessuno telefono premium alimentato dal processore Qualcomm Snapdragon. Tuttavia, diversi rapporti nel tempo hanno affermato che i terminali dell'ex siub-brand di Huawei di fascia media saranno presto alimentati dalle soluzioni del chipmaker americano.

L'utilizzo di chipset Qualcomm e MediaTek è dovuto principalmente al fatto che Huawei ha subito diverse restrizioni imposte all'azienda, rendendo quasi impossibile per l'azienda la produzione di nuovi chipset.

Recentemente, durante il lancio degli smartphone della serie Honor V40, il CEO dell'azienda Zhao Ming aveva rivelato che la società stava creando una nuova catena di fornitura e stava collaborando con altre società, tra cui AMD, Qualcomm, Samsung, MediaTek, Intel e altre.

Zhao Ming aveva anche affermato che la compagnia cinese ha in programma di lanciare una linea di punta per smartphone che supererà le serie P e Mate di Huawei. Oltre ai normali smartphone di punta, dovrebbe presto fare il suo debutto il primo device pieghevole del brand. Farà parte della linea Magic e godrà di tutte le specifiche top presenti in commercio. Lo scopo di Honor è quello di farsi strada nel mercato superando la casa madre Huawei e ottenendo un ruolo significativo nel panorama degli OEM di telefonia.

Fonte:Gizmochina