Lo sappiamo, bene oramai: il trend del 2020 ha visto sicuramente le videochiamate, fatte sia per mantenere viva la vita sociale (a distanza), sia per il lavoro o per la didattica. Pensiamo ai corsi online, alle lezioni scolastiche via Skype, alle sessioni di laurea su Zoom, agli aperitivi su Facebook Messenger, alle rimpatriate su WhatsApp o alle riunioni su Meet. Diciamo che, ogni software ha avuto il suo target di riferimento, bene o male. Quello di Google, ad esempio, è particolarmente pensato per i professionisti e per chi ha necessità di aggiornarsi quotidianamente sugli sviluppi lavorativi. Adesso, proprio questo, introduce nuove opzioni per la creazione di una video-riunione; le novità – nulla per cui strapparsi i capelli – potrebbero però farvi risparmiare diversi passaggi e qualche click.

Google Meet: accesso semplificato per le riunioni

Ricordiamo che il software ha subito un rapido sviluppo nell’ultimo anno per accogliere le migliaia di persone che sono passate (e in molti casi stanno ancora) al tele-lavoro e allo smart-working. Google Meet ha implementato molte nuove features e ora Google sta rendendo più semplice che mai la creazione di una videochiamata.

Prima d’ora, la creazione di una videoconferenza di Google Meet richiedeva la creazione di un nickname (o il permesso a Google di generarne uno per te), così da avere un link che si può condividere con gli altri partecipanti alla riunione. BigG sta ora accelerando questo processo con un’interfaccia ottimizzata su meet.google.com. Facendo click sul pulsante “Nuova riunione” saranno ora disponibili tre opzioni:

  • creare una riunione per dopo;
  • avviare una chiamata ora;
  • pianificare una riunione in Google Calendar.

A seconda di come utilizzate più frequentemente Google Meet, l’interfaccia rinnovata potrebbe farvi risparmiare almeno alcuni click. Le modifiche sono ora disponibili sia sugli account G Suite / Google Workspace ma anche sugli account Gmail personali.

Fonte:Google Meet